Vai al contenuto

IPBoard Styles©Fisana

- - - - -

Brasile, scoperto dinosauro parente del Velociraptor: stava in equilibrio su un solo dito


  • Per cortesia connettiti per rispondere
2 risposte a questa discussione

#1 niccosan

niccosan

    Ultra Sapiens

  • Moderatore
  • 5794 Messaggi:
  • LocalitàPescara
  • Collezione:Fossili, Minerali, Malacologia

Inviato 18 luglio 2019 - 10:05

I paleontologi hanno scoperto un nuovo tipo di dinosauro che si muoveva su un solo dito, in modo simile a canguri e cavalli.
In Brasile è stata scoperta una antica specie di dinosauro carnivoro, imparentata con il celebre Tyrannosaurus Rex, che aveva una caratteristica molto particolare: camminava sul solo dito centrale del piede, in modo simile a come fanno i canguri o i cavalli odierni. Questo nuovo tipo di dinosauro è stato chiamato Vespersaurus paranaensis.
Il dinosauro che camminava su un solo dito
Circa 50 anni fa i paleontologi scoprirono in Brasile delle strane impronte fossilizzate. Queste sembravano appartenere a un dinosauro, ma avevano una curiosa caratteristica: sembravano essere state lasciate da un animale che si muoveva su un solo dito.

Ora, a distanza di tanto tempo,Neurides Martins, paleontologo e direttore del Museo Paleontologico del Brasile di Cruzeiro do Oeste, ha trovato la soluzione del mistero. Ha infatti prima scoperto un piccolo dente, e da questo ha compreso che si trovava di fronte a una nuova specie di dinosauro. Proseguendo poi negli scavi, ha scoperto anche altre ossa, e ha quindi potuto ricostruire l'animale.
Nominato Vespersaurus paranaensis (nome che deriva dalla zona del ritrovamento: la regione del Paraná in Brasile), fa parte del gruppo dei teropodi (dunque la stessa famiglia del T-Rex e dei Velociraptor) ed è uno dei fossili più completi e meglio conservati trovati in Brasile finora.

Martins e colleghi hanno pubblicato la propria scoperta nella rivista Scientific Reports.
Il Vespersaurus aveva circa le dimensioni di un alano, e visse 90 milioni di anni fa. La sua particolarità è che camminava eretto su due gambe, ma appoggiando il suo peso su un solo lungo artiglio, il dito medio di tre. Questa rara anatomia lo rendeva praticamente un monodattile: un adattamento che non era ancora stato registrato tra i dinosauri brasiliani.
Si muoveva perciò in modo simile a canguri e cavalli, animali che appunto sono in equilibrio su un solo dito
Le caratteristiche del Vespersaurus
Il Vespersaurus paranaensis è un membro del gruppo Noasaurinae dei dinosauri teropodi. Era lungo circa un metro e mezzo, e forse raggiungeva i 2,6 metri di altezza. Considerato un piccolo dinosauro del deserto, aveva ossa vuote e piene d'aria, simili a quelle degli uccelli moderni.
Pesava circa 33 chili.
Il suo piede è però il punto cruciale che lo differenziava dagli altri dinosauri. Le due dita che fiancheggiavano il dito del piede centrale avevano grossi artigli simili a coltelli, che erano probabilmente usati per catturare e tagliare le prede: lucertole e pterosauri. Questo, a detta del paleontologo Luiz Eduardo Anelli, rende la scoperta molto curiosa, dal momento che negli altri casi di animali monodattili, come appunto canguri e cavalli, le altre dita sono invece regredite sin quasi a sparire.

#2 Suchomimus Tenerensis

Suchomimus Tenerensis

    Molecola Organica

  • Iscritto
  • StellettaStelletta
  • 95 Messaggi:

Inviato 18 luglio 2019 - 10:54

Questo dinosauro ha delle caratteristiche uniche nel suo genere, sarà probabilmente oggetto di studio nel campo evoluzionistico.

#3 niccosan

niccosan

    Ultra Sapiens

  • Moderatore
  • 5794 Messaggi:
  • LocalitàPescara
  • Collezione:Fossili, Minerali, Malacologia

Inviato 19 luglio 2019 - 02:36

Visualizza MessaggioSuchomimus Tenerensis, il 18 luglio 2019 - 10:54 , ha scritto:

Questo dinosauro ha delle caratteristiche uniche nel suo genere, sarà probabilmente oggetto di studio nel campo evoluzionistico.

Grazie per il tuo intervento
possiedi ulteriori informazioni in merito da poter condividere?
Giusto per curiosità

Saluti
Nicola




Copyright © 2019 Paleofox.com - Portale della Paleontologia italiana