Vai al contenuto

IPBoard Styles©Fisana

* * * * * 1 Voti

Campioni storici e la loro storia

mineralogia minerali

  • Per cortesia connettiti per rispondere
3 risposte a questa discussione

#1 David

David

    Placoderma

  • Sostenitore
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2,044 Messaggi:

Inviato 16 June 2020 - 09:29 PM

Qualche pezzo (e la sua storia) della mia collezione. Putroppo trovare fossili storici é molto piú difficili che minerali :/

Piccolo campione (4x3x2cm) storico di Heulandite della Val di Fassa, venduta da Henry Heuland al collezionista inglese Isaac Walker. Il pezzo è datato almeno al 1816 secondo il foglietto originale. Al tempo la heulandite non era ancora riconosciuta come tipo di zeolite a se stante, perciò il nome "Stilbite rossa."
L'Heulandite fu per la prima volta riconosciuta separata dalla Stilbite da August Breithaupt nel 1818, e da lui chiamata "euzeolite" (che significa "splendida zeolite"); in maniera indipendente, nel 1822, Henry James Brooke arrivò allo stesso risultato, dando però il nome di Heulandite, dal venditore/collezionista di minerali Henry Heuland (1778-1856).

Potrebbe essere materiale del Drio le Pale, Gruppo del Buffaure, ma al tempo la localitá "Fassa" poteva comprendere anche la zona della Alpe di Siusi, dove si trovano simili cristalli. Comunque tipico per la zona dolomitica é il colore rosso della Heulandite, che normalmente si ritrova di colorazione bianca a grigia.

Walker usava una sorta di codice per ordinare sua collezione - "H" sta per l´origine del campione dalla collezione privata di Heuland, 1816 per l´anno di acquisto, i tre puntini in basso sono un codice per il prezzo pagato (3 pence). Il 13.89 o 13.80 (?) é una numerazione interna di Walker, il cui significato non mi é del tutto chiaro (probabilmente numero di catalogo).

Dopo la morte di Walker nel 1853, il suo figlio continuo la collezione, ma dopo il 1912 fu dissolta e molto del materiale venduto al agenzia per la vendita di minerali del tedesco Dr. Krantz, Bonn (che esiste ancora oggi).

Continua ...

Allega File(s)



#2 David

David

    Placoderma

  • Sostenitore
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2,044 Messaggi:

Inviato 02 July 2020 - 06:44 PM

Campione di goethite dalla collezione di Herbert Schuler (Furtwangen, Foresta Nera) da Elgersburg, vicino a Ilmenau, Turingia. Prende il nome da Johann Wolfgang von Goethe nel 1806, che a Ilmenau cerco anche di riattivare le mine di argento e rame oramai non piú rentabili.

Allega File(s)



#3 David

David

    Placoderma

  • Sostenitore
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2,044 Messaggi:

Inviato 4 settimane fa

8. luglio 1985, dopo piú di 800 anni di attività e l`estrazione di argento e zinco a 2.000 metri sopra il mare, le miniere di Monteneve, Alto Adige, vengono chiuse definitivamente. Oggi, trasformata in museo, l`area offre una panoramica straordinaria e concreta delle tecniche antiche e moderne d' estrazione dei materiali  https://tinyurl.com/yd6bq5le

Granato Almandino (4,5cm) unità di Monteneve, da una vecchia collezione del Mineralienkontor Krantz, Berlin

Allega File(s)



#4 David

David

    Placoderma

  • Sostenitore
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2,044 Messaggi:

Inviato 3 settimane fa

Campione storico di azurite su dolomite, miniera di Brixlegg, Tirolo, Austria - uno dei piú importanti siti minerari (argento e rame) nel medioevo

Allega File(s)







Anche taggato con mineralogia, minerali

Copyright © 2020 Paleofox.com - Portale della Paleontologia italiana