Vai al contenuto

IPBoard Styles©Fisana

- - - - -

Notizie generali su Mercurio


  • Per cortesia connettiti per rispondere
5 risposte a questa discussione

#1 carmine5

carmine5

    Molecola Organica

  • Iscritto
  • StellettaStelletta
  • 181 Messaggi:

Inviato 16 giugno 2007 - 12:02

Mercurio ha caratteristiche abbastanza particolari: è il più piccolo pianeta del Sistema Solare dopo Plutone e si muove intorno al Sole su un'orbita che è la più ellittica (dopo quella dello stesso Plutone), che esso percorre in 88 giorni. Da notare che la durata di un giorno mercuriano è di 58.6 giorni terrestri, pari a 2/3 del periodo di rivoluzione, vale a dire che tre giorni di Mercurio hanno una durata pari a quella di due suoi anni. Questo fatto è legato al forte effetto mareale che esso subisce da parte del Sole, effetto che ha provocato un forte rallentamento del moto di rotazione del pianeta. Il suolo di Mercurio ha un aspetto che richiama quello lunare, con il quale ha in comune la presenza di innumerevoli crateri dalle dimensioni più svariate, da piccolissimi fino a enormi bacini di centinaia di chilometri di diametro. Per notare le differenze tra i crateri lunari e quelli di Mercurio è necessario analizzare con attenzione le due superfici. Troviamo che, ad esempio, i crateri di Mercurio tendono ad essere meno profondi di quelli della Luna. La densità del pianeta fa pensare che esso abbia un nucleo metallico circondato da un sottile mantello  di silicati. Generalmente si esclude che Mercurio abbia avuto un'atmosfera a causa dell'eccessivo calore superficiale (la temperatura raggiunge i 400 °C). Il bombardamento meteorico di maggior intensità, che ha prodotto la craterizzazione osservata dalle sonde spaziali, avvenne circa 4 miliardi di anni fa. Al termine di quest'epoca su Mercurio non si sono avuti altri particolari accadimenti, all'infuori di qualche raro cratere da impatto: il pianeta si ridusse ad un corpo geologicamente morto.

Se qualcuno vuole continuare ho vuole fare qualche domanda su questo pianeta, rispondete a questo topic!!!! Ciao e grazie

#2 coccosteus

coccosteus

    Molecola Inorganica

  • Iscritto
  • Stelletta
  • 22 Messaggi:

Inviato 20 giugno 2007 - 12:28

Ti segnalo un topic dove puoi intervenire: I crateri di Mercurio: http://www.paleofox....hp?topic=2481.0

#3 David

David

    Placoderma

  • Moderatore
  • 2013 Messaggi:

Inviato 27 giugno 2007 - 06:38

Il nocciolo di Mercurio é fuso, come dimostrano nuovi analisi RADAR, ha cosi fine una dibattita durata 30 anni. Dopo che Mariner 9 aveva scoperto un debole campo magnetico, gia si pensava a un meccanismo simile a quello terrestre, ma Mercurio era troppo piccolo per aver conservato abbastanza calore per tenere sciolto l´interiore. Le onde RADAR sono state inviate dalla antenna di Goldstone in California ed del Arecibo-Osservatorio in Puerto Rico, ed catturate dalla antenna del Green Bank Osservatorio in Virginia. Le differenze esercitate dalla gravitazione del sole su un nucleo liquido o no dimostra che Mercurio, almeno per gran parte é liquido.

Come questo piccolo pianeta si possa conservare un nucleo cosi grandi liquido rimane un mistero

Fonte BdW

#4 darwin60

darwin60

    Spugna

  • EXPERT
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 748 Messaggi:

Inviato 27 giugno 2007 - 11:28

Citazione

Mercurio ha caratteristiche abbastanza particolari: è il più piccolo pianeta del Sistema Solare dopo Plutone 
plutone non è più considerato un pianeta, quindi mercurio è il più piccolo

#5 carmine5

carmine5

    Molecola Organica

  • Iscritto
  • StellettaStelletta
  • 181 Messaggi:

Inviato 28 settembre 2007 - 08:53

Scusa darwin60, ho fatto un piccolo errore nella descrizione, non avevo ripensato che plutone non è più un pianeta...... Comunque grazie x la correzzione!!! Se vuoi ampliare la descrizione con nuove informazioni, mi farebbe molto piacere perchè sono molto interessato a mercurio!!!

#6 carmine5

carmine5

    Molecola Organica

  • Iscritto
  • StellettaStelletta
  • 181 Messaggi:

Inviato 01 ottobre 2007 - 05:58

ALTRI DATI SUL PIANETA MERCURIO..........

Il nome deriva dalla divinità greca Hermes,
in latino Mercurius, il dio alato messaggero degli dei; è il pianeta più vicino al Sole.
 
Massa:                                    3.3 x 10^23 kg
Diametro:                                         4878 km
Densità media:                        5420  kg/m^3 
Velocità di fuga:                       4300 (m/sec)
Distanza media dal Sole:               0.387 AU
Periodo di rotazione, in giorni terreni:                                                 58.65
Periodo di rivoluzione, in anni terreni:                                                 87.97
Inclinazione dell'orbita:                            7°
Eccentricità dell'orbita:                       0.206
Temperatura superficiale media:      452° K
                                      massima:      700° K
                                        minima:      100° K
Albedo:                                                    0.12
Composizione dell'atmosfera:
Tracce di Idrogeno ed Elio 
La più grande struttura superficiale nota, Caloris Basin, diametro                 1350




Copyright © 2019 Paleofox.com - Portale della Paleontologia italiana