Vai al contenuto

IPBoard Styles©Fisana

- - - - -

Secondo voi potrebbe trattarsi di un'impronta di medusa?


  • Per cortesia connettiti per rispondere
63 risposte a questa discussione

#21 inzone

inzone

    Medusa

  • Iscritto
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 813 Messaggi:

Inviato 25 ottobre 2007 - 08:54

si scusate  ho guardato la foto del mollusco con superficialita'....

non e' che insegue la sua coda..e' che casualmente ha fatto una curva....cercando cibo...potrebbe una cosa diagnostica dell icnaotraccia
in marne simili..se si guardano gli echinodermi o i dentalium hanno ancora l'alone di decomposizione mineralizzato...ecco perche' ho pensato al verme e non alla medusa che avrebba laciato un alone "organico" in argilliti cosi' recenti.

#22 carpe diem

carpe diem

    Molecola Organica

  • Iscritto
  • StellettaStelletta
  • 100 Messaggi:

Inviato 25 ottobre 2007 - 09:41

Citazione

ecco perche' ho pensato al verme e non alla medusa che avrebba laciato un alone "organico" in argilliti cosi' recenti.


Quindi ritenete che si possa trattare di un icnofossile dovuto al passaggio di un animale e non all'impronta di qualcos'altro,come l'ipotesi precedente dell'impronta di una base di Balano?
E considerate definitivamente tramontata l'ipotesi della medusa?
Cmq come potrei fare per consolidare il reperto...?Ho paura che si sfaldi...
Grazie mille a tutti per l'aiuto che mi state dando...
Andrea

#23 dodo

dodo

    Molecola Organica

  • Iscritto
  • StellettaStelletta
  • 121 Messaggi:

Inviato 25 ottobre 2007 - 11:26

si in ogni caso conservalo, x consolidarlo dagli una bella mano di vinavil diluito con acqua 1:8 o 1:10 (consistenza latte) e lascialo asciugare qualche ora...

#24 Spatny_srdce

Spatny_srdce

    Molecola Organica

  • Iscritto
  • StellettaStelletta
  • 88 Messaggi:

Inviato 26 ottobre 2007 - 12:14

Icnofossile di certo. Dati insufficienti per azzardare di che genere, ma inzone ha fornito alcune valide ipotesi a riguardo.

#25 carpe diem

carpe diem

    Molecola Organica

  • Iscritto
  • StellettaStelletta
  • 100 Messaggi:

Inviato 26 ottobre 2007 - 02:14

Ma esiste un modo per poter stabilire con certezza di che icnofossile si tratti...?
Mi piacerebbe sapere di cosa si tratta in realtà,ma so che è estremamente difficile da stabilire...cmq potete dirmi se vi serve qualche altro dato per aiutarvi nella classificazione...
Grazie a tutti
Andrea

#26 Ebo

Ebo

    editato

  • Iscritto
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2413 Messaggi:

Inviato 26 ottobre 2007 - 03:12

"IL" riferimento bibliografico é Adolf SEILACHER, che ha dedicato quasi una vita allo studio degli ichnofossili. Se "googlerizzi" su Internet troverai un sacco di riferimenti e lavori.
Altre informazioni complete ed interessanti sono siul volume del Moore Part W, Revised. Miscellanea, Supplement 1 (Trace Fossils and Problematica), xxi + 269 p., 110 fig., 1975.

Altrimenti per riferimenti generali (in italiano) dai un'occhiata qua: http://www.terra.uni...appunti/284.pdf

La certezza per la determinazione di chi o cosa ha lasciato l'impronta invece non la si avrà mai, perche' non si hanno elementi a sufficienza per poter determinare l'origine (se organica od inorganica) -bisognerebbe trovare SOPRA l'impronta (ed ancora potrebbe essere un caso) l'organismo che l'ha prodotta.

D'altronde già il termine ichnos (impronta se non erro in greco) già la dice lunga.

#27 carpe diem

carpe diem

    Molecola Organica

  • Iscritto
  • StellettaStelletta
  • 100 Messaggi:

Inviato 26 ottobre 2007 - 05:20

Grazie mille Ebo,ho dato un'occhiata al link che mi hai dato(davvero interessante!) e devo provare a vedere qualcosa su Google su quello scienziato che mi hai detto...
Cmq,nel caso scopriate qualcosa di nuovo,tenetemi aggiornato...
Grazie ancora!
Andrea

#28 inzone

inzone

    Medusa

  • Iscritto
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 813 Messaggi:

Inviato 29 ottobre 2007 - 10:20

gli icnogossili son doifficili...... immagina domani devo andare sul sito della mia tesi per determinarne alcuni....per foto neessuno è riuscito e domani porto non una ma 3 persone a cercar di capire qualcosa.......

essendo un icnologo..anche se dei vertebrati ti consiglio altri 2 autori..


Bromley  e D'Alessandro  specializzati in icnotracce terziarie e quaternarie
sia marine che terrestri.

#29 Lucabio

Lucabio

    Protozoo

  • Iscritto
  • StellettaStellettaStelletta
  • 492 Messaggi:

Inviato 29 ottobre 2007 - 11:57

Citazione

i dentalium hanno ancora l'alone di decomposizione mineralizzato...ecco perche' ho pensato al verme e non alla medusa che avrebba laciato un alone "organico" in argilliti cosi' recenti.


Scusate la mia ignoranza, mi potresti spiegare un po' più dettagliatamente cos'è un alone di decomposizione mineralizzato?
Possono essere lasciati solo dagli scafopodi, o anche da altri molluschi?
Grazie mille!
Luca

#30 Guest_Grapto_*

Guest_Grapto_*
  • Visitatore

Inviato 30 ottobre 2007 - 03:58

Per gli amanti degli ichnofossili :

http://www.amherst.e.../UpperCambrian/

e anche per gli amanti del Precambriano e Cambriano

http://www.amherst.e...n/publications/

Ciao

#31 Ebo

Ebo

    editato

  • Iscritto
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2413 Messaggi:

Inviato 30 ottobre 2007 - 04:39

super...eccellso...grande...

bacio le mani.

Ebo

#32 dodo

dodo

    Molecola Organica

  • Iscritto
  • StellettaStelletta
  • 121 Messaggi:

Inviato 31 ottobre 2007 - 11:05

Citazione

Citazione

i dentalium hanno ancora l'alone di decomposizione mineralizzato...ecco perche' ho pensato al verme e non alla medusa che avrebba laciato un alone "organico" in argilliti cosi' recenti.


Scusate la mia ignoranza, mi potresti spiegare un po' più dettagliatamente cos'è un alone di decomposizione mineralizzato?
Possono essere lasciati solo dagli scafopodi, o anche da altri molluschi?
Grazie mille!
Luca

in generale dalla decomposizione dei tessuti di un organismo si originano sostanze che si diffondono nel sedimento circostante creando appunto un alone. Questo si conserva in quanto vengono favoriti processi di precipitazione di ossidi, solfuri (anche in relazione all'attività di batteri ecc..) che determinano una "macchia" concentrica attorno ad un qualsiasi resto organico, tipicamente sono comuni attorno al legno, molluschi... :)

#33 carpe diem

carpe diem

    Molecola Organica

  • Iscritto
  • StellettaStelletta
  • 100 Messaggi:

Inviato 31 ottobre 2007 - 04:06

Non avrei mai pensato di ricevere cosi' tanto aiuto nell'identificazione dell'icnofossile...si vede che,come me,davvero amate questa disciplina... :)
Grazie a tutti per le ricerche che state eseguendo e per i link che state pubblicando,come quelli interessantissimi di Thus...
Spero che riusciremo a venirne a capo a breve...
Volevo chiedervi un'altra cosa:se solidifico il reperto con la colla vinilica,come mi avete consigliato,devo usare un pennello o devo immergerlo dentro?
Perchè ho paura che si rovini l'impronta(appena bagno il sedimento,si disgrega inesorabilmente...)...
Grazie 1000
Andrea

#34 dodo

dodo

    Molecola Organica

  • Iscritto
  • StellettaStelletta
  • 121 Messaggi:

Inviato 31 ottobre 2007 - 06:15

mmm...se la marna è così friabile io userei uno spruzzino (es il vetril vuoto e ben sciacquato) con cui puoi "vaporizzare" il pezzo con il vinavil diluito senza venirne direttamente a contatto...se lo immergessi si disgregherebbe in breve...

noterai che devi spruzzare 2 o 3 mani in quanto la marna assorbe velocemente la colla diluita, soprattutto se è friabile e quindi molto "porosa"

#35 carpe diem

carpe diem

    Molecola Organica

  • Iscritto
  • StellettaStelletta
  • 100 Messaggi:

Inviato 31 ottobre 2007 - 06:50

Citazione

mmm...se la marna è così friabile io userei uno spruzzino (es il vetril vuoto e ben sciacquato) con cui puoi "vaporizzare" il pezzo con il vinavil diluito senza venirne direttamente a contatto...se lo immergessi si disgregherebbe in breve...

noterai che devi spruzzare 2 o 3 mani in quanto la marna assorbe velocemente la colla diluita, soprattutto se è friabile e quindi molto "porosa"


Ci provero' e vi faro' sapere...speriamo bene... ;)

#36 Lucabio

Lucabio

    Protozoo

  • Iscritto
  • StellettaStellettaStelletta
  • 492 Messaggi:

Inviato 02 novembre 2007 - 11:31

Ciao! Allora hai già provato con la colla vinilica e lo spruzzino? com'è andata?
Se ancora non hai provato a consolidare il reperto ti avverto di evitare il
pennello perchè se la matrice è friabile come dici, tutti i granelli superficiali
si staccano e formano un pastrocchio unico con la colla e con le setole
del pennello rovinando inesorabilmente il reperto.
Con lo spruzzino io non ho mai provato..se ti è possibile ti consiglio per
maggiore sicurezza del reperto di andare a recuperare un altro pezzo della
stessa matrice nel luogo dove hai trovato l'impronta e di provare prima
su quello per vedere qual'è il risultato!
Buon lavoro e facci sapere!
Ciao
Luca

#37 carpe diem

carpe diem

    Molecola Organica

  • Iscritto
  • StellettaStelletta
  • 100 Messaggi:

Inviato 04 novembre 2007 - 03:02

Citazione

Ciao! Allora hai già provato con la colla vinilica e lo spruzzino? com'è andata?
Se ancora non hai provato a consolidare il reperto ti avverto di evitare il
pennello perchè se la matrice è friabile come dici, tutti i granelli superficiali
si staccano e formano un pastrocchio unico con la colla e con le setole
del pennello rovinando inesorabilmente il reperto.
Con lo spruzzino io non ho mai provato..se ti è possibile ti consiglio per
maggiore sicurezza del reperto di andare a recuperare un altro pezzo della
stessa matrice nel luogo dove hai trovato l'impronta e di provare prima
su quello per vedere qual'è il risultato!
Buon lavoro e facci sapere!
Ciao
Luca


Devo ancora provarci,ma ho il timore che possa rovinarsi...
Cmq,per sicurezza,agiro' prima su un altro sedimento,come hai detto tu...

#38 inzone

inzone

    Medusa

  • Iscritto
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 813 Messaggi:

Inviato 08 novembre 2007 - 09:18

Sull alone di decomposizione gli altri son stati piu' repentini di me....no ho nulla da aggiungere..

Io come antagonista del vinavil ti consiglio il mio caro paraloid sciolto in alcool o acetone..
il vinavil si degrada al calore e' attaccato da batteri einsetti e se non lo impregna bane rischia di creare una patina esterna,che poi sfoglia..in oltre devi aspettar che evapora l'acqua perche' ascoughi...

l'acetone e lalcool in quanto evaporano velocemente fanno vedre subito il risultato e si e' subito pronti a ripassare il novo strato di fissante...

#39 carpe diem

carpe diem

    Molecola Organica

  • Iscritto
  • StellettaStelletta
  • 100 Messaggi:

Inviato 12 novembre 2007 - 03:39

Citazione

Io come antagonista del vinavil ti consiglio il mio caro paraloid sciolto in alcool o acetone..
il vinavil si degrada al calore e' attaccato da batteri einsetti e se non lo impregna bane rischia di creare una patina esterna,che poi sfoglia..in oltre devi aspettar che evapora l'acqua perche' ascoughi...

l'acetone e lalcool in quanto evaporano velocemente fanno vedre subito il risultato e si e' subito pronti a ripassare il novo strato di fissante...


Ancora non ho praticato la solidificazione del reperto,ma vi ringrazio per i preziosi consigli che mi state dando!
Cmq dite che ancora non si riesce a comprendere la natura dell'icnofossile?
Grazie a tutti
Andrea

#40 carpe diem

carpe diem

    Molecola Organica

  • Iscritto
  • StellettaStelletta
  • 100 Messaggi:

Inviato 02 dicembre 2007 - 11:36

Salve a tutti!
Ieri sono stato alla Mostra di Minerali,Fossili e Conchiglie tenutasi all'Ergife Palace Hotel di Roma e girovagando tra le bancarelle ho ammirato un bellissimo icnofossile,probabilmente riconducibile ad una medusa,come mi ha detto il proprietario del reperto,strutturalmente molto simile al mio misterioso fossile...
Secondo voi potrebbe trattarsi dello stesso animale?
Immagine inseritaImmagine inserita
Ho anche montato un video con alcune foto realizzate alla Mostra,nel caso siate curiosi,ecco il link...:
[ftp=ftp://http://it.youtube.com/watch?v=NjpjYz0NjYE]http://it.youtube.co...h?v=NjpjYz0NjYE[/ftp]
Fatemi sapere cosa ne pensate di questa nuova "analogia fossilifera"...
Grazie mille
Andrea




Copyright © 2019 Paleofox.com - Portale della Paleontologia italiana