Vai al contenuto

IPBoard Styles©Fisana

- - - - -

Conus (Chelyconus) striatulus subvar. cingulellatula (Sacco, 1893)


  • Per cortesia connettiti per rispondere
1 risposta a questa discussione

#1 Ale

Ale

    Molecola Organica

  • EXPERT
  • StellettaStelletta
  • 249 Messaggi:
  • E-mail pubblica:alessandro.zanzi.57@gmail.com
  • LocalitàVarese

Inviato 01 novembre 2009 - 02:50

Conus (Chelyconus) striatulus  subvar. cingulellatula (Sacco, 1893)


Descrizione e caratteristiche:

Questo fossile è illustrato nella Tav. IX alla fig.31 (1): “In regione ventrali infera anfractuum, cingulelli transversi conspiciuntur”. E’ una conchiglia di piccole dimensioni: gli esemplari che ho visto vanno da 7,3 a 17,8 mm.
La base presenta numerosi solchi in rilievo mentre nella rimanente parte dell’ultimo giri sono visibili striature più distanziate che ricordano quelle del Conus raristriatus. Le spire sono leggermente concave.


Distribuzione:

Rara nel Tortoniano in Piemonte (Stazzano).
Rara nell’Astiano in provincia di Asti.
Nel Pliocene in Emilia Romagna.

Periodo Geologico

Dal Miocene al Pliocene

Allega file  image001.jpg   25,93K   29 Numero di downloads

Sistematica:

Dominio: Eucaryota, Whittaker & Margulis,1978
Regno: Animalia, Linnaeus, 1758
Sottoregno: Bilateralia, (Hatschek, 1888) Cavalier-Smith, 1983
Ramo: Protostomia, Grobben, 1908
Infraregno: Lophotrochozoa
Superphilum: Eutrochozoa
Philum: Mollusca, (Linnaeus, 1758) Cuvier, 1795
Classe: Gastropoda   Cuvier, 1797
Sottoclasse: Orthogastropoda  Ponder & Lindberg, 1997
Superordine:Caenogastropoda Cox, 1970
Ordine: Mesogastropoda Thiele, 1925 [color=brown]
Sottordine: Sorbeoconcha Ponder & Lindberg, 1997
Infraordine: Hypsogastropoda Ponder & Lindberg, 1997
Neogastropoda Thiele, 1929
Superfamiglia: Stenoglossa
Conoidea  Rafinesque, 1815
Famiglia: Conidae Linnaeus, 1758
Genere: Conus Linnaeus, 1758
Sottogenere: Chelyconus Mörch, 1852

Nelle immagini:

a sinistra: Conus striatulus sub. cingulellatula  mm. 15,5  x 7,2 - Pliocene - Pradalbino
a destra: Conus striatulus sub. cingulellatula  mm. 15,6  x 7,1 - Pliocene - Pradalbino

Il disegno è quello riportato nella Tav. IX n. 31 (1).


Allega file  image003.jpg   25,84K   26 Numero di downloads
Allega file  image005.jpg   22,03K   27 Numero di downloads
Allega file  image007.jpg   19,94K   26 Numero di downloads
Allega file  image010.jpg   8,81K   28 Numero di downloads


Bibliografia Consultata
  • (1)  - F. Sacco (1893) “I molluschi dei terreni terziarii del Piemonte e della Liguria - Parte XIII - Conidae - Fascicolo primo”, Torino, Carlo Clausen Libraio della R. Accademia delle Scienze


#2 Ale

Ale

    Molecola Organica

  • EXPERT
  • StellettaStelletta
  • 249 Messaggi:
  • E-mail pubblica:alessandro.zanzi.57@gmail.com
  • LocalitàVarese

Inviato 01 giugno 2019 - 11:12

Nel 1903, Mayer e Eimar descrissero il Conus papillifer, con riferimento ad esemplari rinvenuti in Egitto. La morfologia di questi esemplari mostrava una forte somiglianza con il Conus striatulus, ma, a differenza di quest'ultima specie, il Conus papillifer mostrava un apice estremamente prominente, mai riscontrato nelle specie fossili fino a quel momento note. In realtà, Sacco aveva già descritto nel 1893 il Conus striatulus var. cingulellatula, praticamente identica, ma all'inizio del XX secolo le informazioni non circolavano così facilmente come oggi.

Allega File(s)






Copyright © 2019 Paleofox.com - Portale della Paleontologia italiana