Vai al contenuto

IPBoard Styles©Fisana

- - - - -

Omaggio


  • Per cortesia connettiti per rispondere
23 risposte a questa discussione

#1 antonio.ef

antonio.ef

    Medusa

  • Iscritto
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 775 Messaggi:

Inviato 08 settembre 2010 - 08:58

Visto che a qualcuno di voi piace l'astronomia e considerato che devo sdebitarmi per l'aiuto nella classificazione dei fossili...posto un piccolo dono agli appassionati del cielo.
Un paio di foto di Giove con alcuni dei suoi satelliti medicei.
La ripresa è stata fatta il 20 luglio 2010.
Per chi non è svezzato in materia segnalo una curiosità: manca una delle due ampie fasce equatoriali del pianeta e più precisamente quella che ospita la famosa "macchia" di Giove.
Non è che manca...è molto sbiadita.
Succede ogni tanto e non si sa il perchè.
Dalle passate esperienze, dovrebbe ritornare visibile (in quanto tempo non si sa) e più intensa di prima.

Dati tecnici di ripresa per chi fosse interessato:
Telescopio Celestron C8 S XLT; montatura Advanced GT CG5 motorizzata e computerizzata, camera di ripresa Lpi Meade supportata da lente di Barlow 2x. Foto derivate da sovrapposizione di circa 120 immagini con programma Registax 5.1

Ciao. Antonio

Allega File(s)



#2 Ebo

Ebo

    editato

  • Iscritto
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2414 Messaggi:

Inviato 08 settembre 2010 - 11:43

Grazie Antonio per l'omaggio grafico.
Anche io sono appassionato di astro, possiedo un C9 su montatura EQ6 modificata Astromeccanica.
Purtroppo lo uso sporadicamente (per fare del visuale) perché il cielo belga (almeno dal sito dove mi trovo) è assai orribile, ma SOPRATUTTO c'e' una copertura nuvolosa quasi perenne.

E.

#3 Prejott

Prejott

    Dinosauro

  • Iscritto
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3025 Messaggi:

Inviato 08 settembre 2010 - 11:44

Citazione

Registax 5.1
CIAO, mi spieghi in 2 minuti cos'è e come funziona questo software? ho cercato un po' ma avendo qualche problema con l'inglese non ho capito molto...
grazie!

#4 antonio.ef

antonio.ef

    Medusa

  • Iscritto
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 775 Messaggi:

Inviato 08 settembre 2010 - 01:09

Per Ebo: il tuo C9 su EQ6 Astromeccanica è da invidia! E' un peccato che non lo puoi sfruttare come si deve... Tra l'altro c'è un bel salto di qualità nelle foto da un C8 a un C9. Molti astrofotografi di firma hanno il loro C9. Anch'io uso nel visuale ma ho cominciato ad usarlo più intensamente con videomera digitale e fotocamera digitale per foto di pianeti, luna e ora (con molta fatica e nervosismi!) nelle foto del cielo profondo. Sto facendo varie prove con un'autoguida da pochi soldi per imparare ...poi si vedrà. Come sai i costi di attrezzatura del settore sono alti. Molto alti.

Per Prejott: se ti colleghi al seguente sito www.astronomie.be/registax/ puoi scaricare il programma Registax 5.1 (è gratuito). In poche parole si tratta di un programma per il trattamento delle immagini di astrofotografia. Col telescopio, webcam (anche quelle dei computer per intendersi) e computer registri un filmato del pianeta (Giove,Saturno o anche la luna...il cielo ecc..) o anche una serie di fotogrammi se vuoi; il programma infatti scompone il video (*.avi) in una serie di fotogrammi, sceglie i migliori secondo alcuni facili parametri impostati da te, li allinea (in modo da far corrispondere i fotogrammi uno rispetto all'altro), li ottimizza e poi fa una vera e propria sovrapposizione dei fotogrammi (in pratica li "impacchetta" uno sull'altro) e trae il meglio da questi. Il risultato è un'immagine che tu puoi ulteriormente lavorare per rafforzare i dettagli dell'oggetto (contrasto, colore, ecc...) sempre all'interno del programma. E la qualità è altissima rispetto alla semplice ripresa di un fotogramma anche con fotocamera di alto lignaggio  ;)
Sono stato succinto ma spero ti sia fatto un'idea.


Vi mando anche un'altra foto fatta qualche tempo fa (con un altro strumento, più debole...e si nota) da cui potete notare la presenza della fascia equatoriale che ora non si vede.

Allega File(s)



#5 baccy74

baccy74

    Molecola Organica

  • Iscritto
  • StellettaStelletta
  • 208 Messaggi:

Inviato 08 settembre 2010 - 02:21

Molto belle...io sono a digiuno di astronomia, anche se mi affascina molto, ho un vecchio telescopio (mi sa che è più un cannocchiale) che mi regalarono da bambino con cui insieme a mia figlia di 6 anni guardiamo la luna e quel poco che si riesce a vedere. Proprio vedendo l'interesse della piccina, mi è venuta voglia di regalarci qualcosa di più serio, ma essendo completamente a digiuno di conoscenze in materia non saprei su cosa orientarmi (anche per non spendere cifre assurde per un qualcosa che non so quanto sfrutteremo), voi che siete più del mestiere, riuscirete ad indicarmi qualche telescopio per neofiti (con cui però ci si tolga qualche soddisfazione, non ne possiamo più di vedere sempre e solo la luna  ;D) con buon rapporto qualità prezzo?
Grazie.

#6 antonio.ef

antonio.ef

    Medusa

  • Iscritto
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 775 Messaggi:

Inviato 08 settembre 2010 - 03:42

Ciao Baccy.
Allora...che ti posso dire...ti stai infilando in un ginepraio, praticamente.
Ti dico intanto poche cose, ma possiamo approfondire e se vuoi ti segnalo alcuni siti su cui potrai farti un'idea...e incasinarti la vita.
Sentirai dire di tutto, ma le prime cose che ti posso dire sono le seguenti:
1. dove abiti, il cielo è limpido per un numero di giorni decente? o c'è foschia spesso, o inquinamento (anche luminoso che è il peggiore, tipo un aeroporto). Se è così non spendere soldi a meno che non ti metta in mente di andare in giro col tele sotto braccio per i monti o le campagne.
2. per tanto che un telescopio "normale" sia potente, non riuscirai mai a vedere quello che ti aspetti: cioè non vedrai mai giove, saturno, marte...o ancor meno galassie o ammassi di stelle, come pensi, cioè belli come sulle riviste. Magari. In alcuni casi ci arrivi vicino con degli strumenti dai costi sostenuti per non dire allucinanti. Comunque le stelle rimarranno sempre dei puntini...troppo lontane, anzi, danno più soddisfazione le visuali larghe, a largo campo.
3. una volta acquistato il tele...non finisce lì, ti servono accessori adatti, che costano. Poi il tele ha un massimo di ingrandimento, a seconda del suo diametro tendenzialmentte ma non solo, che non ti permette di ingrandire oltre certi limiti.
4. Se prendi qualcosa, che sia motorizzato e possibilmente computerizzato...altrimenti rischi di passare una notte intera a correre dietro manualmente a quello che vuoi vedere. Ma forse già lo sai con il tuo strumento. E poi cercare qualcosa in cielo che non siano le poche cose facilmente riconoscibili è da prenderci la mano.

Ti ho demoralizzato? non devi.
Perchè in fondo se ti piace guardare il cielo, con il tele vedi cose che a occhio nudo non te le sogni nemmeno.
Se ti dovessi consigliare (e qui prenderò un mare di critiche..) ti direi un riflettore da 150 mm. di diametro, computerizzato da usare in visuale  e perchè no, anche con la webcam se ti va o la macchina fotografica (puoi fare cose veramente belle).
La foto ultima di Giove l'ho fatta con uno strumento più piccolo e con una montatura da ridere ...eppure qualcosa riesce.
Poi è uno strumento facile da usare, luminoso nelle immagini quanto basta e non pesa molto se vuoi portartelo in giro (ti consiglio, se ti piace la  montagna, di portartelo...ho visto cieli indimenticabili e così limpidi che sarebbe bastata una lente d'ingrandimento per vedere qualcosa.Anzi, in montagna ci sono così tante stelle che ti riesce difficile riconoscere le costellazioni a volte.
Ti ho già stufato a forza di scrivere.
Però ti butto lì una cosa: hai mai provato a guardare il cielo con un binocolo? uno senza grandi pretese un 7x50 o poco più grande (troppo non va bene), roba che costa intorno ai 40 euro (li trovi anche nei negozi di fotografia, strumenti da guardare la natura, i monti, roba così, vanno benissimo anche per il cielo). Punta in alto verso la via Lattea o gli ammassi di stelle e vedrai. Magari ti basta per cominciare. Il binocolo ha una visuale larga, aperta e vedi molte stelle con un unico colpo d'occhio e altro. Il tele ha una visuale spesso stretta e a meno di accessori o focali corte, vedi un angolo di cielo ristretto.
Ora ti devo salutare ma più tardi mi ricollego se vuoi.
Ciao.

#7 baccy74

baccy74

    Molecola Organica

  • Iscritto
  • StellettaStelletta
  • 208 Messaggi:

Inviato 09 settembre 2010 - 04:08

Ciao Antonio,
grazie della risposta, effettivamente un po' sono demoralizzato, però dato che la mia bimba è attratta da questo argomento, non volgio mollare, mi piace molto che si interessi alle scienze naturali. Vedrò di documentarmi e al limite acquistare qualcosina di un po' più seria del mio binocolone da bambino, per vedere meglio almeno i dettagli della luna  ;D
Grazie.

Mirco

#8 antonio.ef

antonio.ef

    Medusa

  • Iscritto
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 775 Messaggi:

Inviato 09 settembre 2010 - 07:38

Ciao baccy74,
ehi non demoralizzarti. Non era mia intenzione. E' meglio che tu sappia anche i contro oltre che i pro. Non trovi?
Guarda, io abito in centro a una cittadina di dimensioni ampie, vicino c'è l'aeroporto, tangenziali, luci, vicinato con le lampade più disparate, mi devo arrangiare a guardare da un poggiolo da 1,20 scarso di larghezza anche se ho una corte abbastanza spaziosa (il tele che ho io pesa, è per quello che ti dicevo di stare su una cosa leggera se vuoi muoverti). Però...non rinuncerei al piacere di guardare e fotografare il cielo.
Anch'io ho un bimbo dell'età della tua, è un appassionato di tutte queste cose e se tu e tua figlia avete questa spinta hai già quello che ti serve. Io non so quanto vuoi o puoi spendere, ma se hai dai 500 ai 1000 euro puoi fare veramente molto. Se poi hai pazienza e ti rivolgi a qualche negozio valido di strumenti astronomici puoi orientarti anche sull'usato.
Se vuoi puoi anche fare un'uscita con quegli astrofili che organizzano le serate gratuite di osservazioni un pò per tutti; se guardi in internet ce ne sono un bel pò, così ti farai un'idea sul campo, potrai chiedere prezzi e vedere attraverso vari strumenti, così ti aiuterà a scegliere.
Chiudo dicendoti che io (ma ribadisco io...altri non so) starei sul 150 mm., motorizzato su entrambi gli assi. Puoi fare a meno del sistema computerizzato di ricerca, che alza il prezzo. Tanto, se ti divertirai e vorrai continuare, potrai tenere il tubo ottico e un giorno implementare la montatura. Se vuoi qualche dritta su cosa e di che provenienza, chiedi pure.

Guardati questo sito, è molto interessante.

http://guide.superev...astronomia/tips

Ciao.

#9 Ebo

Ebo

    editato

  • Iscritto
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2414 Messaggi:

Inviato 09 settembre 2010 - 08:30

Se posso dire la mia (da neofita quale sono)consiglierei un altro strumento.
Devi sapere che nel mondo dell'astrofilia ognuno la pensa piu' o meno in maniera differente, come per le macchine. Chi preferisce la Ferrari, chi la Porsche, che l'Austin Martin e chi la Cinquecento.
Quindi prendi quanto ti scrivo come piuttosto considerazioni personali.

1- Assolutamente d'accordo con Antonio, contatta il gruppo di astrofili piu' prossimo alla tua città, se sono sufficientemente attivi nell'osservazione ed organizzano serate di osservazione, potrai aver modo di osservare gli strumenti piu' disparati e dai prezzi piu' vari.

2- Sappi che per cominciare non conviene spendere molto. E' una passione che puo' essere passeggera (mancanza di tempo, stanchezza, interesse dopo X nottate a buca etc). lasciamo perdere strumenti che possiedono diametri eccessivi, sopra i 15cm è già troppo per chi comincia a mio parere.

3- Strumenti motorizzati su entrambi gli assi sono interessanti per chi vuole fare fotografia astronomica (sempre che la montatura sia sufficientemente stabile), mentre per del visuale "puro e duro" possono essere anche non necessari (anche se restare 10' a guardare lo stesso oggetto senza doverlo seguire manualmente è sicuramente piu' piacevole).

4- Montature con il "go-to" cioé computer che ti dirige verso gli oggetti che vuoi osservare è roba già un po troppo sofisticata e non permette di imparare a riconoscere le costellazioni e la localizzazione degli oggetti. E' un po' come il gps, facile ed utile ma perdi il gusto di conoscere e memorizzare piu' facilmente il percorso (con i suoi inghippi).

5- La montatura comunque è importante che sia di tipo "Equatoriale" a differenza di quella "Altazimutale" che non permette di vedere gli oggetti oltre un certo angolo (prossimo alla verticale) e di seguirne il movimento facilmente. Detto questo io quando vado in campagna porto talvolta con me un treppiede fotografico su cui installo il mio piccolo telescopio e nonostante non possa avere ampia visuale prezzo lo zenith mi faccio le mie belle osservazioni.

6- Venendo al modello di telescopio ce ne sono una barcata. A specchio (Schimidt-Cassegrain come quello di Antonio ed il mio grosso), a Lente (i cosiddetti Rifrattori) e poi ci sono i "bestioni", dal grande diametro che sono a specchio e che prendono nome di Dobson. Questi ultimi hanno in generale un grosso diametro per permettere l'osservazione di oggetti deboli quali nebulose e galassie. Io personalmente possiedo un C9 della Celestron (uno Schmidt-Cassegrain del diametro di 23,5cm, vedi qui: http://www.keyobs.be...astronomia.html ed un piccolo rifrattore ED80 della SkyWatcher avente diametro di 80mm).
Devo dirti che le piu' belle osservazioni e scoperte del cielo le ho fatte con il piccolo rifrattore. Non tanto per il numero di oggetti (che il C9 sorpassa abbondantemente) ma per la leggerezza e facilità di installazione. Con questo piccolo telescopietto puoi osservare i pianeti (Saturno con gli anelli esce molto netto), Giove, Marte, Venere, la Luna e con cieli bui (purtroppo sempre meno frequenti) anche oggetti deboli come ammassi stellari, nebulose, e galassie. E' uno strumento un po tuttofare ed a differenza da quanto dice Antonio lo preferisco ad un piu' ingombrante 115mm che risulta anche piu' costoso e conti fatti impegnativo [Questo è un parere personale che Antonio potrebbe non essere d'accordo, vedi le considerazioni fatte sopra]. Io ho iniziato, come la maggior parte delle persone che ho conosciuto, con un "banale" telescopio riflettore a specchio giapponese (all'epoca), il famoso 114/900mm. Su una montatura traballante ed un cercatore ignobile, all'età di 12/14 anni, mi sono passato delle notti intere sul terrazzo del palazzo dove abitavo a guardare il cielo. Indimenticabile.

7- Poi ci sono ovviamente gli oculari per avere ingrandimenti differenti, il diagonale, il cercatore, l'atlante stellare ed accessori vari che (purtroppo) fanno salire il prezzo.

8- Last but not least è il sito da cui osservi. Dalla città, villaggio, paesello con luci parassite vedrai certamente qualcosa ma non sarà sfruttare lo strumento per quello che è stato concepito essere. Ho osservato (osservo) da un centro cittadino molto inquinato, percepisco nelle notti migliori allo zenith la Via Lattea, ma ho avuto modo di andare in siti, grazie ad un gruppo di astrofili locale molto attivo,  assai bui (per il Belgio bisogna ben cercare purtroppo). Ebbene, lo stesso oggetto che osservavo dal giardino di casa, ed osservato sul sito "buio" era incredibilmente magnifico e sono rimasto a bocca aperta per la differenza di qualità. Provare per credere, per i conoscitori l'oggetto era M13, ammasso globulare nella costellazione di Ercole.

9- Quindi per iniziare andrei molto sul leggero, lo so che c'e' gente che acquista aggeggi da migliaia di euro come primo strumento, lo utilizza 2-3 volte e poi lo rivende perché non soddisfatto o si aspettava di vedere chissà cosa. Come di Antonio SCORDATEVI di vedere gli oggetti che siamo abituati a vedere in fotografia, con i colori sgargianti rossi-verdi-blu e via dicendo, o con gli stessi dettagli. Il gusto dell'astrofilo è quello di scoprire ed esplorare il cosmo nei suoi piu' piccoli dettagli, sfumature che indicano oggetti lontani migliaia/milioni di anni luce, separare stelle doppie/triple/quadruple, scoprire le differenti tonalità di grigio/arancio sulla superficie di Marte, le ombre delle migliaia di crateri Lunari e chi più ne ha più ne metta.

10- Insomma, mi si perdoni se sono stato un pochetto logorroico, come vedi di variabili e possibilità ce ne sono moltissime. Fai una cosa "meditata" per l'acquisto ed informati bene. Ovviamente l'ultimo a decidere sarai tu, indipendentemente da quanti ti suggeriranno, ma tieni comunque presente tutte le cose che ti verranno suggerite.

Ebo

#10 antonio.ef

antonio.ef

    Medusa

  • Iscritto
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 775 Messaggi:

Inviato 09 settembre 2010 - 09:29

Vedo che anche Ebo ha passato il "tunnel" degli astrofili  ;D
Sono d'accordo su tutto Ebo.
Non cambio una virgola di quello che scrivi.
Anche sull'ED 80: è molto valido.
E ti assicuro che ce l'avevo già nei miei sogni...
E' tra gli acquisti che un astrofilo prima o poi fa.
Il 150 (visto che Baccy74 è un neofita pensavo ad uno Ziel, 150/750..ci sono veramente delle buone offerte ora) era un consiglio causato dalla mia deformazione da 114.
Ho sempre amato i riflettori e sono stati il mio primo acquisto.
Non mollerei il mio 114 (da posti con cielo buio mi sembrava di avere in mano Hubble, nonostante niente motori e niente computer) è troppo figo.
Però dopo un pò ho cominciato a desiderare di più.
So che è capitato anche a te...
E allora cominci a metterci il motore, a prendere il focheggiatore migliore magari motorizzato, ad acquistare oculari..beh..le solite cose...
Quindi. 130mm?...no, troppo simile al 114; un 200mm?...troppo grande, un cannone.
E allora ho pensato che se parte con uno strumento buono, può tenerselo per molto tempo spendendo, alla fine a somme fatte, la stessa cifra (ora, a rate si può osare un pochino): perciò 150mm, 750 focale...ecc....
Sono d'accordo che può fare a meno dei motori e del computer, non sono indispensabili.
Però i motori...sono proprio comodi! Punti, guardi e te la godi. Senza vibrazioni da "manopole". Specialmente se ti vien voglia di fare una foto, anche solo in parallelo.
Sull'ED80 sono d'accordo: è uno strumento forse più indicato.

Come vedi, Baccy74, la strada è "scivolosa" ma vedrai (è proprio il caso di dirlo) che se ti piace guardare in su...ti piacerà un casino.

Ora vado a vedere l'ED 80.

Ciao.

#11 baccy74

baccy74

    Molecola Organica

  • Iscritto
  • StellettaStelletta
  • 208 Messaggi:

Inviato 10 settembre 2010 - 03:56

Ciao ragazzi,
grazie mille delle ulteriori delucidazioni.....come per tutti gli hobbies, ho capito che anche in questo caso dovrò documentarmi molto bene per fare la scelta giusta. Io per fortuna abito in campagna e grazie proprio alle splendide sere stellate io e mia figlia abbiamo iniziato a guardare il cielo. Ora mi guarderò un po' di guide, farò due conti in tasca e magari approfittando del compleanno della piccola (così la mamma non brontola sulla spesa, sicuramente da lei ritenuta superflua) vedrò di acquistare qualcosa di migliore di quello che già possiedo. Ovviamente se avrò qualche dubbio, da oggi so a chi porre le domande  ;D.
Grazie ancora.

Mirco

#12 GIGI11011963

GIGI11011963

    Molecola Inorganica

  • Iscritto
  • Stelletta
  • 5 Messaggi:

Inviato 10 settembre 2010 - 09:55

Ciao a tutti! Mi inserisco per dare un suggerimento sulla base della mia esperienza.
Asronomia è passione di gioventu' iniziata con un 114 Konus con montatura con instabilità leggendaria.
Dopo molti anni, grazie anche all'interesse di mia figlia, ho ripreso l'osservazione esclusivamente in visuale ed ho preso usato tre anni fa per 250 euro un Mak 127 Skywatcher con montatura Eq3.2. Non sarà il messimo come luminosità ma è molto compatto, non troppo pesante e quindi trasportabile e mi ha dato bellissime osservazioni non solo lunari e planetarie.
Come costo si puo' trovare ad un prezzo abbordabile ed ora credo lo producano anche con montatura computerizzata. Penso possa essere un idea non troppo costosa per poi passare a qualcosa di meglio (in effetti ora sogno il C8 con montatura computerizzata ma il budget non lo permette ancora). Ciao.

#13 antonio.ef

antonio.ef

    Medusa

  • Iscritto
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 775 Messaggi:

Inviato 11 settembre 2010 - 01:34

Ciao GIGI11011963.
Sì...l'instabilità del 114 con le originali montature che di solito ti rifilano per stare giù col prezzo è proprio leggendaria.
Con l'usato si possono trovare cose molto ben tenute.
Per esempio il negozio da cui mi servo, mi aveva offerto nel giro di poche settimane delle splendide opportunità, un Meade da 8" su forcella computerizzato fantastico, poi un celestron C6 computerizzato... ho "tenuto duro" e alla fine è arrivato un C8 nuovo di stecca in offerta a quasi 200 euro in meno rispetto al listino, tanto che stentavo a crederci. Questo perchè il negoziante ne aveva acquistati 10 e all'undicesimo gli hanno fatto un supersconto pur di venderlo. Ha pensato a me e l'ha portato a casa. E' veramente ottimo. Perciò come vedi le occasioni non mancano. Molti astrofili cambiano il tele per prendere altro. Come ben sai...quando hai un telescopio stai già pensando a quello dopo. La montatura di supporto è importante. Io ho acquistato prima quella: CG5 e ci ho messo il 114. Poi è arrivato il C8. Ora va bene così ma prima o poi prendo dell'altro. Per tornare ai consigli non conosco i Mak molto bene, ma ne ho sentito parlare bene. Bisogna dare atto però che la qualità è aumentata un pò per tutti i tipi. Quindi Baccy74 cade bene, qualsiasi cosa prenda. Poi, senti dire mille opinioni; c'è chi non sbava per i celestron serie C, anzi. Ci sono fior fiore di astroimager planetari che usano solo C9 e C11 o dei riflettori Newton da 200-250 mm e non vogliono nient'altro. Io mi diverto a fotografare il cielo e sto bene con i newton o il Celestron. I pianeti ben visibili sono pochi (Giove, Saturno, un pò Venere con le sue fasi, poco poco il piccolo Marte, ci metto la luna e perchè no...anche il sole che CON GLI OPPORTUNI E OBBLIGATORI FILTRI è splendido) e se uno non ha desiderio di studiarli a fondo, può diventare "stretto", noioso, avere uno strumento che fa bene solo su quelli anche se ormai i tele sono un pò tutti polivalenti. Fare le foto e riprese ai pianeti aiuta molto a studiarli a tavolino senza sedute difficoltose all'oculare. I bimbi si divertono a guardare direttamente senza tante storie: è per quello che consiglio vivamente almeno la motorizzazione, un adulto riesce a manovrare le manopole...abituandosi...ma un bimbo di sei-sette anni, non so. Quando guarda lui o impara (e non è semplice per delle manine  pasticcione) o toccherà a papà inseguire senza guardare nell'oculare occupato da un occhio furbetto e curioso...e qui ti voglio...esperienza personale insegna). Fatti i conti ho consigliato un newton perchè bene o male sono quelli che ti offrono un pacchetto completo di accessori anche in termini di assistenza al puntamento e inseguimento a costi contenuti. Ma come vedi...è una questione di opinioni. E' un pò come discutere se sono più belle le more o le bionde...non si finisce mai...va a gusti. In fondo, bisogna innamorarsi del proprio telescopio: è l'unico modo di non farlo marcire nell'armadio.

Certo che questo forum è interessante...tutta gente che guarda a terra...e se non guarda a terra guarda per aria ;D

Nessuno che guarda dritto?

Ciao.

#14 Prejott

Prejott

    Dinosauro

  • Iscritto
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3025 Messaggi:

Inviato 11 settembre 2010 - 12:02

Citazione

Nessuno che guarda dritto?

Solo se ci sono in giro le belle more o bionde sopracitate! ;D ;D ;D

Comunque ho anche io un vecchio telescopio in soffitta, usato pochissimo,fermo da almeno 15 anni, che mi state facendo venir voglia di spolverare.....un famigerato, instabilissimo Konus da 114 8)


Non so perchè ma non riesco a scaricare il software che citavi....ma se ho delle immagini uguali ma con punti a fuoco diversi, questo riuscirebbe ad impacchettarmele in modo da avere tutto(o quasi) a fuoco?
E' un esperimento non astronomico....
Ciao!

#15 antonio.ef

antonio.ef

    Medusa

  • Iscritto
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 775 Messaggi:

Inviato 11 settembre 2010 - 02:07

E' vero...se ci sono in giro belle more o bionde...ci si dimentica di altri hobby  :)
Si torna ad essere umani, ci passa subito la cervicale infiammata dal continuo guardare cose extraterrestri o troppo terrestri e ci si accorge che anche l'orizzonte fuori dalla verticale terra-cielo ha motivi di attrattiva  ;D

Non so perchè non riesci a scaricare il programma...forse hai qualche antivirus attivo che te lo impedisce?
Il programma comunque è sicuro, mai trovato virus di alcun genere e ho fatto controlli con vari antivirus.
Eventualmente potrei provare a mandartelo via mail se lo desideri, vedi tu.
E' un programma gratuito, perciò non facciamo torto a nessuno.

Per le tue foto: non so che risultato avresti a lavorare foto con qualità troppo diversa. Di solito il programma le scarta perchè fa riferimento ad una foto base che scegli tu per comparare le altre; sotto una certa soglia di qualità le elimina tutte.
Mi dici che non sono foto di astronomia.
Non ho mai provato con foto al di fuori del settore e non saprei se funziona.
Puoi sempre provare...non costa niente.
Ho anche un piccolo tutorial scaricato da internet che spiega un pò il programma...se vuoi...
Però io agirei diversamente in quel caso, cioè userei Photoshop o qualche programma di fotoritocco (c'è anche un programma che dovrebbe essere gratis...credo si chiami Gimph o qualcosa di simile, somiglia a Photoshop. L'ho visto solo in inglese...se vuoi posso essere più preciso), in cui puoi sovrapporre le immagini e ritagliare le zone fuori fuoco eliminandole.
Io lo faccio spesso anche per lavoro, con i restauri.
Photoshop ti può dare ottimi risultati. Fa cose fenomenali.
Tutti gli astroimager usano photoshop per le foto e per le sovrapposizioni di riprese fatte con esposizioni diverse, così da far risaltare tutti i dettagli del soggetto.
Credo che sarebbe più indicato per te...sempre che sia quello che ti serve.
Eventualmente posso darti qualche dritta.

Il 114 è un telescopio che considero perfetto per vari motivi: leggero, elementare da usare, adattabile  molto in fretta alla temperatura esterna, eccc... ma la cosa migliore secondo me è la possibilità di poterlo usare per sperimentare tante cose che con un tele più grande molto spesso si stenta a fare per paura di rovinarlo.
Con un 114, il costo è ridotto e se ti resta in mano non è che ti tagli le vene.
Quindi è ottimo per imparare e poi per capire se ti piace veramente perdere un pò di nottate.

#16 antonio.ef

antonio.ef

    Medusa

  • Iscritto
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 775 Messaggi:

Inviato 20 settembre 2010 - 08:51

In attesa di altre foto di fossili (che sto pulendo con grande fatica...a proposito, ho acquistato in vibroincisore della Dremel - 25 Euro alla Brico - mi sembra valido per quello che devo fare), a chi può piacere mando qualche foto ripresa qualche notte fa dal sottoscritto della Nebulosa di Orione.

Uso libero...no diritti  :)
Portate pazienza per la qualità, ma non ho trattato molto la foto.
Non avevo tempo.

Ciao.

Allega File(s)



#17 nonno

nonno

    Ultra Sapiens

  • Sostenitore
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 5259 Messaggi:

Inviato 20 settembre 2010 - 11:55

antonio.ef

Sei sicuro che trattasi di.."vibroincisore" Dremel ?. E' rotante o a percussione, ad aria o elettrico.
Io ne ho uno, con tutte le varie punte, però rotante, quindi non..."vibroincisore".
E' vero che seppur rotante, per certi lavori, va bene, però con l'attrezzo a percussione la funzione come il costo, cambiano.  ;)

Dal piccolo Valex, 10-15 € , a qualche centinaio di €.

nonno

#18 Prejott

Prejott

    Dinosauro

  • Iscritto
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3025 Messaggi:

Inviato 20 settembre 2010 - 12:02

nell'ampia gamma Dremel c'è anche un vibroincisore elettrico ;)

BELLISSIMA LA NEBULOSA!

#19 antonio.ef

antonio.ef

    Medusa

  • Iscritto
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 775 Messaggi:

Inviato 20 settembre 2010 - 12:16

Sì è un vibroincisore.
Nome: Dremel Engraver
Posto anche la pagina web del sito della Dremel.
Ho cercato quello della Valex ma non sono riuscito a reperirlo in zona.
Poi ho visto questo.
Costa di più ma se mi sembrava più performante soprattutto per il numero di cicli, 6000 , a differenza di quello della Valex che ne fa 3000.


http://www.dremeleur...y/engraver.html

Allega File(s)

  • Allega file  Dremel.jpg   602,31K   9 Numero di downloads


#20 nonno

nonno

    Ultra Sapiens

  • Sostenitore
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 5259 Messaggi:

Inviato 20 settembre 2010 - 01:10

Vedi che aveva ragione la ....veccha di 99 anni, che non voleva morire !, diceva.... Proprio adesso che sto imparando e o conoscendo, qualche cosa che non sapevo, mi tocca marire.  ;D ;D
Quindi, la stessa cosa è per me, forse è un nuovo prodotto, sul catalogo dremel, che non conoscevo.  ;) ;D ;D ;D

nonno




Copyright © 2019 Paleofox.com - Portale della Paleontologia italiana