Vai al contenuto

IPBoard Styles©Fisana

- - - - -

Scoperti fossili in ambra più antichi di 100 milioni di anni

fossili ambra sicilia

  • Per cortesia connettiti per rispondere
17 risposte a questa discussione

#1 niccosan

niccosan

    Ultra Sapiens

  • Moderatore
  • 5700 Messaggi:
  • LocalitàPescara
  • Collezione:Fossili, Minerali, Malacologia

Inviato 17 settembre 2013 - 02:05

Due acari e un moscerino delle dimensioni di pochi millimetri, risalenti al periodo Triassico, databile a oltre 230 milioni di anni fa, sono stati trovati perfettamente conservati all’interno di goccioline di ambra rinvenute nelle Dolomiti, vicino a Cortina d’Ampezzo. A rivelarlo uno studio internazionale realizzato dall’Istituto di geoscienze e georisorse del Consiglio nazionale delle ricerche (Igg-Cnr) e dall’Università di Padova, in collaborazione con l’Università di Göttingen e con il Museo di Storia Naturale di New York, e pubblicato su Pnas – Proceedings of the National Academy of Sciences.
I ricercatori hanno osservato oltre settantamila piccole gocce di ambra finora ritrovate nel sito dolomitico, facendo luce sull’evoluzione di un gruppo di artropodi (invertebrati che comprendono gli insetti, i ragni e i crostacei) tra i più diffusi al mondo.
“Già nel 2006 il team di ricerca aveva pubblicato i risultati sullo studio di batteri e protozoi inglobati nell’ambra dolomitica, dimostratisi incredibilmente simili ai microrganismi ancora oggi esistenti”, spiega Eugenio Ragazzi dell’Università di Padova. “Prima del presente studio, però, le più vecchie inclusioni di organismi animali in ambra risalivano a circa 130 milioni di anni fa: la nuova scoperta sposta quindi le lancette indietro nel tempo di ben 100 milioni di anni rispetto a ogni precedente ritrovamento di organismi inglobati in ambra”. Grazie all’eccezionale stato di conservazione, per due dei tre artropodi sono state coniate anche nuove specie, chiamate Ampezzoa triassica e Triasacarus fedelei, in onore del cortinese Paolo Fedele che nel 1997 ha segnalato il giacimento che ha permesso tutte le successive ricerche.
“È sorprendente come la morfologia di tali acari triassici sia simile a quella delle specie odierne appartenenti alla famiglia Eriophyoidea”, prosegue Guido Roghi dell’Igg-Cnr: “Le caratteristiche comuni – corpo lungo e segmentato, due paia di zampe invece delle quattro solitamente presenti negli acari, un peculiare apparato boccale e artigli piumati – dimostrano che questi artropodi avevano tratti distintivi e specializzati già nel Triassico, decine di milioni di anni prima della comparsa delle angiosperme di cui si nutrono oggi, quando necessariamente si nutrivano di conifere (gimnosperme)”.
Quando apparvero le prime piante con fiore, quindi, questi artropodi modificarono le loro abitudini alimentari: “Grazie al loro adattamento ambientale hanno superato le grandi estinzioni al termine del Cretacico (65 milioni di anni fa)”, concludono i ricercatori. “Se nel Permiano (252 milioni di anni fa) si erano estinte il 96% di tutte le specie marine e il 70% di quelle dei vertebrati terrestri, questo studio chiarisce che nel Triassico (230 milioni di anni fa) esistevano organismi animali persistenti anche a cambiamenti enormi”.

http://www.vivisicilia.it/?p=4887

#2 francomete

francomete

    Ultra Sapiens

  • EXPERT
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6791 Messaggi:

Inviato 17 settembre 2013 - 02:25

Ho visto le foto originali di queste inclusioni nel 2009, portate in una serata dedicata al tema da Guido Roghi al mio gruppo. Aggiungo che queste goccioline di ambra che ho preso in mano personalmente (non quelle con gli insetti che non sono più goccioline ma vengono levigate fino ad ottenere una superficie visibile al microscopio) sono tra le poche ambre sicuramente databili con una certa precisione, vengono trovate setacciando una sabbia in sedimenti in parete, quindi anche molto difficili da raggiungere. PS. La foto dell'ambra nell'articolo ovviamente non c'entra nulla con le ambre triassiche ed è pure un falso clamoroso in resina made in China :D

#3 michifriuli

michifriuli

    Molecola Inorganica

  • Iscritto
  • Stelletta
  • 45 Messaggi:
  • LocalitàUdine

Inviato 11 maggio 2014 - 04:15

Qualche bella foto sul National

http://www.nationalgeographic.it/scienza/2014/05/03/foto/dolomiti_acari_del_triassico-2118608/4/#media

Un saluto

#4 francomete

francomete

    Ultra Sapiens

  • EXPERT
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6791 Messaggi:

Inviato 11 maggio 2014 - 04:33

Mettere meglio i link!  http://www.nationalg...assico-2118608/

#5 Max

Max

    Ammonite

  • Sostenitore
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1566 Messaggi:
  • E-mail pubblica:maxsaby@alice.it
  • LocalitàComo (casa); Varese (lavoro)

Inviato 12 maggio 2014 - 11:53

E qui sfatiamo quel sapere che ritiene decisamente e categoricamente molto più giovani le ambre :-X .....(non riapriamo il dibattito....please)

#6 Prejott

Prejott

    Dinosauro

  • Iscritto
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3020 Messaggi:

Inviato 12 maggio 2014 - 02:47

Visualizza MessaggioMax, il 12 maggio 2014 - 11:53 , ha scritto:

decisamente e categoricamente molto più giovani le ambre
non voglio riaprire il dibattito, ma non ho capito in che senso...

#7 francomete

francomete

    Ultra Sapiens

  • EXPERT
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6791 Messaggi:

Inviato 12 maggio 2014 - 03:07

L'ambra più antica è datata al limite tra Devoniano e Carbonifero, circa 400 milioni di anni fa, all'interno di cortecce fossili come patina spalmata, invisibile a occhio nudo, visibile solo alla luce UV. Il tempo minimo per la formazione dell'ambra è 5 milioni di anni, meno di cosi non è ambra.

#8 KT65

KT65

    Molecola Inorganica

  • Iscritto
  • Stelletta
  • 45 Messaggi:

Inviato 12 maggio 2014 - 03:40

Buonasera a tutti , insetti in ambra baltica dell' Eocene naturale lucidata non identificati , sono estinti o attualmente viventi ? grazie . Nella prima foto l' insetto e' in posizione periferica vicina alla curvatura dell' ambra , scomoda per la ripresa . Ingrandimento 22x

Allega File(s)

  • Allega file  f 001.JPG   43,68K   1 Numero di downloads
  • Allega file  f 003.JPG   54,64K   1 Numero di downloads


#9 fallenrain

fallenrain

    Trilobite

  • Sostenitore
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1207 Messaggi:
  • LocalitàZanè

Inviato 12 maggio 2014 - 05:21

Visualizza MessaggioKT65, il 12 maggio 2014 - 03:40 , ha scritto:

Buonasera a tutti , insetti in ambra baltica dell' Eocene naturale lucidata non identificati , sono estinti o attualmente viventi ? grazie . Nella prima foto l' insetto e' in posizione periferica vicina alla curvatura dell' ambra , scomoda per la ripresa . Ingrandimento 22x
in teoria gran parte sono estinti...sopravvivono ai nostri tempi delle sottovarianti similari...per una classificazione adeguata prova a fare un salto qui
http://www.entomolog...c/forum/phpBB3/

#10 francomete

francomete

    Ultra Sapiens

  • EXPERT
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6791 Messaggi:

Inviato 12 maggio 2014 - 06:11

Per classificare correttamente gli insetti in ambra bisogna essere dei paleo-entomologi, specialità nella specialità :). Cosa tutt'altro che facile.

#11 KT65

KT65

    Molecola Inorganica

  • Iscritto
  • Stelletta
  • 45 Messaggi:

Inviato 13 maggio 2014 - 02:27

Un' altra foto del singolo presa in diversa posizione forse per chiarire meglio , due insetti forse in amplesso finito tragicamente e bolle d' aria dell' Eocene ?

Allega File(s)

  • Allega file  A 005.JPG   50,2K   1 Numero di downloads
  • Allega file  A 009.JPG   49,28K   1 Numero di downloads
  • Allega file  A 011.JPG   56,36K   1 Numero di downloads


#12 KT65

KT65

    Molecola Inorganica

  • Iscritto
  • Stelletta
  • 45 Messaggi:

Inviato 13 maggio 2014 - 05:04

Un particolare mi sembra strano e forse meritevole di indagine , chiederei a voi esperti una considerazione , un parere personale , osservando al microcopio questi inclusi in ambra dell' eocene , risulta evidente la loro estrema piccola dimensione di formiche , zanzare , mosche , ecc. , appunto microscopica di max 1 mm , queste sono le misure comuni degli insetti fossili inclusi in parecchi esemplari di ambra del baltico , sia di mia proprieta'  , sia di quelle tante volte viste in fiere o in altre occasioni ; domando , e' possibile che nell' eocene ci fosse un periodo di nanismo degli insetti e che successivamente progredirono come dimensione fino a quelle attuali , tornando forse un lontano giorno fino a quelle gigantesche del Carbonifero ? Grazie .

#13 francomete

francomete

    Ultra Sapiens

  • EXPERT
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6791 Messaggi:

Inviato 13 maggio 2014 - 05:43

Visualizza MessaggioKT65, il 13 maggio 2014 - 05:04 , ha scritto:

Un particolare mi sembra strano e forse meritevole di indagine , chiederei a voi esperti una considerazione , un parere personale , osservando al microcopio questi inclusi in ambra dell' eocene , risulta evidente la loro estrema piccola dimensione di formiche , zanzare , mosche , ecc. , appunto microscopica di max 1 mm , queste sono le misure comuni degli insetti fossili inclusi in parecchi esemplari di ambra del baltico , sia di mia proprieta'  , sia di quelle tante volte viste in fiere o in altre occasioni ; domando , e' possibile che nell' eocene ci fosse un periodo di nanismo degli insetti e che successivamente progredirono come dimensione fino a quelle attuali , tornando forse un lontano giorno fino a quelle gigantesche del Carbonifero ? Grazie .
Secondo me è una questione puramente meccanica, piccoli e micro insetti erano facilmente "preda" della resina appiccicosa, mentre animali e insetti più grandi se ne facevano un baffo, si davano una scrollata e se ne andavano senza troppi problemi. Animali o parti di animali più grandi di qualche mm venivano inglobati quasi sicuramente post mortem (pezzi di piccoli anfibi, pezzi di piccoli rettili, chioccioline ecc). Rarissimo trovare grandi coleotteri (oltre 1 cm) rimasti bloccati in vita, cosi come per ragni e scorpioni si tratta quasi sempre di exuvie (mute). Da considerare che spesso le falsificazioni odierne rendono il tutto molto complicato.

#14 walter .p

walter .p

    Ammonite

  • Iscritto
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1855 Messaggi:
  • Localitàcanzo co

Inviato 13 maggio 2014 - 05:59

Visualizza MessaggioKT65, il 13 maggio 2014 - 05:04 , ha scritto:

Un particolare mi sembra strano e forse meritevole di indagine , chiederei a voi esperti una considerazione , un parere personale , osservando al microcopio questi inclusi in ambra dell' eocene , risulta evidente la loro estrema piccola dimensione di formiche , zanzare , mosche , ecc. , appunto microscopica di max 1 mm , queste sono le misure comuni degli insetti fossili inclusi in parecchi esemplari di ambra del baltico , sia di mia proprieta'  , sia di quelle tante volte viste in fiere o in altre occasioni ; domando , e' possibile che nell' eocene ci fosse un periodo di nanismo degli insetti e che successivamente progredirono come dimensione fino a quelle attuali , tornando forse un lontano giorno fino a quelle gigantesche del Carbonifero ? Grazie .
se ne trovano comunemente anche di diversi mm ho tre o 4 pezzi con ragni e formiche che si vedono a occhio nudo e sono  baltiche

#15 Prejott

Prejott

    Dinosauro

  • Iscritto
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3020 Messaggi:

Inviato 13 maggio 2014 - 06:21

è come dice franco: una cosa grossa scappa, una piccola ci resta...
l'altra cosa da considerare è che il prezzo sale col salire delle dimensioni e che quindi di cose grosse se ne vedono decisamente meno sui comuni canali di commercio rispetto alle piccole.
le bolle sono effettivamente tali, aria o acqua, a volte entrambe, a volte anche con corpuscoli solidi in sospensione.
Gli insetti accoppiati: dalla foto li vedo male e non capisco, ma se così fosse sarebbe un piccolo affare, perchè è una di quelle cose che in genere fanno pagare caro.

#16 KT65

KT65

    Molecola Inorganica

  • Iscritto
  • Stelletta
  • 45 Messaggi:

Inviato 13 maggio 2014 - 07:02

Grazie , condivido le vostre due analisi . La seconda foto e' il meglio che sono riuscito ad ottenere , vista in diretta al micro si notano due insetti affiancati con le ali lunghe di cui uno quasi sopra l'altro ( per diversita' di messa a fuoco ) che "abbraccia"  con una o due gambe il corpo dell'altro .

#17 cecco

cecco

    Trilobite

  • Sostenitore
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1331 Messaggi:

Inviato 13 maggio 2014 - 07:56

Visualizza MessaggioKT65, il 13 maggio 2014 - 07:02 , ha scritto:

Grazie , condivido le vostre due analisi . La seconda foto e' il meglio che sono riuscito ad ottenere , vista in diretta al micro si notano due insetti affiancati con le ali lunghe di cui uno quasi sopra l'altro ( per diversita' di messa a fuoco ) che "abbraccia"  con una o due gambe il corpo dell'altro .
Vietato da regolamento postare discussioni porno ;D ;D ;D

#18 francomete

francomete

    Ultra Sapiens

  • EXPERT
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6791 Messaggi:

Inviato 13 maggio 2014 - 08:00

Questo l'insetto più grande che ho avuto (originale) in ambra baltica, coleottero di 1 cm esatto.

Allega file  cole.1cm.1.jpg   81,04K   4 Numero di downloads





Anche taggato con fossili, ambra, sicilia

Copyright © 2019 Paleofox.com - Portale della Paleontologia italiana