Vai al contenuto

IPBoard Styles©Fisana

- - - - -

Conus (Chelyconus) parvus (Borson, 1820)


  • Per cortesia connettiti per rispondere
3 risposte a questa discussione

#1 Ale

Ale

    Molecola Organica

  • EXPERT
  • StellettaStelletta
  • 242 Messaggi:
  • E-mail pubblica:alessandro.zanzi.57@gmail.com
  • LocalitàVarese

Inviato 21 settembre 2013 - 10:18

Questo Conus è di piccole dimensioni, dai 14.6 mm. dell'olotipo (esemplare su sfondo nero) ai 27 mm. di un esemplare subfossile.
Per Sacco, la forma del Conus parvus è molto variabile e certamente è collegata al Conus striatulus, al punto di poterla forse considerare una varietà. L'esemplare illustrato misura 19.8 mm. e proviene dal Pliocene di Pietrafitta. Nell'immagine ingrandita di una parte dell'ultimo giro si possono individuare file spirali di puntini marroni, analoghe a quelle che si possono vedere nei Conus rosa del Salento, mentre sulle spire si possono riconoscere tracce di macchie marroni.

Allega File(s)



#2 Ale

Ale

    Molecola Organica

  • EXPERT
  • StellettaStelletta
  • 242 Messaggi:
  • E-mail pubblica:alessandro.zanzi.57@gmail.com
  • LocalitàVarese

Inviato 24 settembre 2013 - 11:30

E' possibile osservare la colorazione di specie fossili negli esemplari che si sono conservati meglio, o in esemplari subfossili. Per quanto riguarda il Conus parvus, gli esemplari di Conus "rosa" del Golfo di Gabes sembrano essere superstiti di questa specie: in particolare, un esemplare illustrato nel 2008 è identico all'olotipo del Conus parvus.

http://www.naturamed...633&whichpage=3

#3 andreadente

andreadente

    Spugna

  • Iscritto
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 514 Messaggi:

Inviato 24 settembre 2013 - 08:25

madonna   su  che  cose  particolari  andate

#4 Ale

Ale

    Molecola Organica

  • EXPERT
  • StellettaStelletta
  • 242 Messaggi:
  • E-mail pubblica:alessandro.zanzi.57@gmail.com
  • LocalitàVarese

Inviato 03 ottobre 2013 - 09:24

L'immagine che inserisco è quella di un Conus del Golfo di Gabes, la cui forma si avvicina a quella del Conus parvus var. taurocrassulosa (Sacco, 1893), anche se la spira è molto più concava.
Il conus striatulus, il Conus striatulus var. taurinensis e il Conus parvus sono caratterizzati dalla presenza sulle spire di macchie di colore arancione molto inclinate e dall'identica colorazione interna dell'apertura, bianca nella parte inferiore ed arancione nella parte superiore..

Allega File(s)






Copyright © 2019 Paleofox.com - Portale della Paleontologia italiana