Vai al contenuto

IPBoard Styles©Fisana

- - - - -

High-precision dating of the Kalkarindji large igneous province, Australia, and synchrony with the Early–Middle Cambrian (Stage 4–5) extinction


  • Per cortesia connettiti per rispondere
47 risposte a questa discussione

#1 Ebo

Ebo

    editato

  • Iscritto
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2414 Messaggi:

Inviato 06 giugno 2014 - 01:45

Ancora una correlazione "estinzione di massa" - vulcanismo... inutile negare certe evidenze.
Ordoviciano-Devoniano, Permiano-Trias, Cretaceo-Paleogene...

Oltre ai trilobiti, da ricordare che scomparvero anche gli archeocyatha, tra i primi organismi bio-costruttori di reefs.

Il vulcanismo si é sviluppato in zona subtropicale (secondo le ricostruzioni paleogeografiche attuali), facilitando la distribuzione dei prodotti vulcanici (Metano, Anidride solforica) a livello mondiale e coinvolgendo i biota probabilmente piu' sviluppati.

Allega file  late_cambrian_552.jpg   139,71K   1 Numero di downloads

Abstract
The voluminous Kalkarindji flood basalts erupted in Australia during the Cambrian and covered >2 × 106 km2. New U-Pb and 40Ar/39Ar age data from intrusive rocks and lava flows yielded statistically indistinguishable ages at ca. 511 Ma, suggesting a relatively brief emplacement for this province. A zircon age of 510.7 ± 0.6 Ma shows that this province is temporally indistinguishable at the few-hundred-thousand-year level from the Early–Middle Cambrian (Stage 4–5) boundary age of 510 ± 1 Ma, which marks the first severe extinction of the Phanerozoic and an extended marine anoxia period. Sulfur concentration measurements ranging from <50 to 1900 μg/g, and fractal analysis of extensive explosive volcanic breccias, suggest that blasts and phreatomagmatic explosions have contributed to injection of large amounts of sulfur into the stratosphere. In addition, magma intrusions in oil, gas, and sulfate deposits may have generated significant emission of CH4 and SO2 which, along with volcanic gases, would have combined to cause an oscillation of the climate and led to the Cambrian extinction.

Allega file  2014-06-06_14h26_27.png   109,57K   1 Numero di downloads

http://geology.geosc...ontent/42/6/543

#2 dany88

dany88

    Ammonite

  • Iscritto
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1537 Messaggi:

Inviato 06 giugno 2014 - 02:12

E si, vulcanismo ed estinzioni vanno a braccietto.

#3 darwin60

darwin60

    Spugna

  • EXPERT
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 748 Messaggi:

Inviato 06 giugno 2014 - 09:31

vero, trilobite, anche il K/T....
ma non è un vulcanismo normale quello delle large igneous provinces....

ne ho parlato anche io di questa LIP... http://aldopiombino....i-province.html

#4 Ebo

Ebo

    editato

  • Iscritto
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2414 Messaggi:

Inviato 06 giugno 2014 - 09:40

eccellente blog il tuo darwin60.
Grazie per l'input.
[OT]: ma dimmi preferisci il canto dei monaci di Solesmes o quello di Silos? [fine OT]

#5 dany88

dany88

    Ammonite

  • Iscritto
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1537 Messaggi:

Inviato 07 giugno 2014 - 04:18

Trilobite è il "rango" raggiunto, un po'come nel esercito. ;)

#6 Guest_FOSSIL1_*

Guest_FOSSIL1_*
  • Visitatore

Inviato 07 giugno 2014 - 02:28

Se le Lip fossero processate in un tribunale serio per estinzione volontaria di specie viventi credo che sarebbero clamorosamente assolte in quanto la correlazione tra causa ed effetto andrebbe maggiormente studiata e documentata.
Affermare poi che una cometa di 10 km di diametro che impatti il pianeta a oltre 75000 km/h non abbia portato a modificazioni della biosfera tali da compromettere il precedente equilibrio tra forme di vita, solamente per dare più credito alla teoria Lip, sia semplicemente ridicolo.

Si suppone che le Lip abbiano origine quando delle placche cominciano a muoversi o ad allontanarsi ma oggi abbiamo il continente africano che comincia a rompersi, come testimoniato dalle faglie in formazione al centro/sud, ma non vi è traccia di  Lip in formazione. Era stato anche pubblicato uno studio che poneva come elemento scatenante delle Lip l'impatto di un grande meteorite ma, nonostante non ci siano elementi per smentirlo, non ha avuto gran seguito.

#7 Ebo

Ebo

    editato

  • Iscritto
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2414 Messaggi:

Inviato 10 giugno 2014 - 09:00

Stefano:
http://youtu.be/QirINjNr-9s

non sono d'accordo con te (no, non credo etc etc).
Asteroidi selettivi che eliminano solo un gruppo di animali (vedi rettili terrestri, marini, volanti)  non ne ho mai visti.
Se passano gli anfibi praticamente indenni (estremamente sensibili a variazioni dell'ecologia), molti pesci, uccelli che ritroviamo ancora oggi, insetti (aracnidi che sono comunque al top della catena alimentare tra gli invertebrati) eccetera eccetera, vedo male come SOLO, bada scrivo SOLO, un asteroide possa essere causa dell'estinzione della fine del Cretaceo.
In realtà la situazione era MOLTO piu' complessa, ed una profonda crisi era in atto, sia per la nuova apertura oceanica che ha frantumato in supercontinente, sia per lo sviluppo di mari estremamente poco profondi non conseguenti fenomeni di estesa anossia sulle nuove piattaforme continentali per un evento di ingressione marina assai importante, il fenomeno della profonda modifica delle faune a foraminiferi dalle Globotruncane del Maastrichtiano alle piccole Globigerine del Daniano sono correlabili facilmente a queste condizioni marine.
I trappi del Deccan certamente non hanno solo "solleticato" l'atmosfera (solo da ricordare come il singolo vulcano Pinatubo nelle Filippine fece scendere di 0,5° la temperatura globale in seguito all'eruzione del 1991 nei mesi successivi alla sua devastante eruzione) ma sicuramente modificato le condizioni atmosferiche sul globo intero.
L'asteroide sicuramente é caduto come colpo di grazia in un sistema in profonda crisi e trasformazione, NON come causa principale.
Le sceneggiate americaneggianti, belle nei film e nei documentari, non raccontano in realtà già quello che era in atto.
Senza dimenticare che nel livello Bonarelli (marker tra Cenomaniano-Turoniano) il contenuto in Iridio é molto piu' elevato che in quello del KT, ma di questo si parla poco (purtroppo lessi l'articolo quando feci la tesi e ora non lo trovo piu', l'ho giu' a Finale stampato da qualche parte).

Leggiti questo testo dell'Hallam: http://www.alibris.c... their&cid=null estremamente interessante e prende in esame tutti i fattori che hanno coinvolto le differenti estinzioni di massa nel tempo.

#8 Guest_FOSSIL1_*

Guest_FOSSIL1_*
  • Visitatore

Inviato 10 giugno 2014 - 03:20

Ebo non ho scrittto che l asteroide ha estinto tutto ma solo che non sono d accordo con chi dice che un evento del genere non apporti nessun cambiamento. Che effetti possa poi avere sulla biosfera è un altro paio di maniche.
Come poi hai scritto tu gli anfibi sarebbero stati i primi ad andarsene anche con la teoria vulcanocentrica ma così non è stato.

Quello che ribadisco è che la correlazione causa ( lip, meteorite, ira di dio) ed effetto ( mutamenti irreversibili nella biodiversità) non è così certa come taluni tendono a far credere.
Gli interrogativi sulle estinzioni sono ben lungi dall'esser risolti.

#9 darwin60

darwin60

    Spugna

  • EXPERT
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 748 Messaggi:

Inviato 10 giugno 2014 - 11:16

Innanzitutto è sicuro grazie ai carotaggi nello Yucatan (Keller 1997, se non mi sbaglio, su PNAS) che l'asteroide è precipitato 300.000 anni prima e a causa della regresione marina del Maastrichtiano superiore (accertata da una quantità sterminata di lavori)  alcuni depositi sembrano al K/T ma non lo sono perchè manca il Maastrichtiano superiore (e talvolta anche il Daniano inferiore)

Visualizza MessaggioFOSSIL1, il 07 giugno 2014 - 02:28 , ha scritto:

Se le Lip fossero processate in un tribunale serio per estinzione volontaria di specie viventi credo che sarebbero clamorosamente assolte in quanto la correlazione tra causa ed effetto andrebbe maggiormente studiata e documentata.
allora, per escludere il rapporto Deccan / estinzione di fine Cretaceo occorre anche demolire tutta una serie di osservazioni.
Il fatto che LIP ed estinzioni di massa siano sempre contemporanee non ti dice nulla? Da notare che le LIP che si sono messe in posto su crosta oceanica sono correlate ad estinzioni solo in ambiente oceanico, mentre in conincidenza di quelle subaeree come Emeishan, Siberia, Atlantico Centrale e Deccan ci sono state vaste estinzioni nelle forme di vita subaeree.
Inoltre anche chi sostiene che il K/T sia dovuto al meteorite considera LE ALTRE estinzioni causate da LIP (vedi per esempio Creaser e Turgeon 2007). E questa è una cosa che mi fa morire... le altre estinzioni sono dovute a LIP ma questa no eppure c'era in corso una LIP decisamente grande.

Visualizza MessaggioFOSSIL1, il 07 giugno 2014 - 02:28 , ha scritto:

Affermare poi che una cometa di 10 km di diametro che impatti il pianeta a oltre 75000 km/h non abbia portato a modificazioni della biosfera tali da compromettere il precedente equilibrio tra forme di vita, solamente per dare più credito alla teoria Lip, sia semplicemente ridicolo.

a parte che secondo buona parte degli Autori si è trattato di una Condrite, i tentativi di correlare crateri da impatto e significativi cambiamenti nella vita e/o nel clima sono miseramente falliti o non godono del consenso unanime della comunità scientifica. Manco quello all'inizio dello Younger Dryas...  È ridicolo, con le conoscenze del 2014, pensare al meteorite dello Yucatan come pistola del K/T

Visualizza MessaggioFOSSIL1, il 07 giugno 2014 - 02:28 , ha scritto:

Si suppone che le Lip abbiano origine quando delle placche cominciano a muoversi o ad allontanarsi ma oggi abbiamo il continente africano che comincia a rompersi, come testimoniato dalle faglie in formazione al centro/sud, ma non vi è traccia di  Lip in formazione. Era stato anche pubblicato uno studio che poneva come elemento scatenante delle Lip l'impatto di un grande meteorite ma, nonostante non ci siano elementi per smentirlo, non ha avuto gran seguito.

certo che c'è stata una LIP: quella dell'Afar.... (link accessibile a tutti e non solo nelle università: http://www.largeigne...inces.org/13jan ). Quanto alla correlazione impatti - LIP, non ha avuto seguito semplicemente perchè è ridicola....
diciamo che le LIP che si mettono in posto sulla crosta continentale precedono il rift e che il mesozoico sia pieno di LIP è un chiaro legame con la frammentazione del Gondwana. Ci sono due rilevanti eccezioni: i trappi siberiani che hanno sotto solo una zona di estensione senza produzione successiva di crosta oceanica (anzi, manco un punto caldo è rimasto...) e quelli dell'Emeishan. Guarda caso sono entrambi della fine del Permiano quando poi l'Eurasia ha "combinato" qualcosa...

peraltro durante il K/T si sono verificati tutti quei fenomeni che hanno accompagnato le coppie LIP  - estinzioni di massa, quali: una regressione marina nei tempi immediatamente precedenti, variazioni del δ13C e del δ87Sr, anossia aumento del CO2 delle acque con la diffusione delle specie opportuniste capaci di vivere con basse concentrazioni di O2 delle acque, forti pertubazioni delle temperature, selettività delle estinzioni, poche conseguenze per la flora. Tutto questi cambiamenti sono graduali e mal si adattano ad un cataclisma improvviso.

Per EBO:

1. la questione dell'Iridio è molto complessa. Ne parlerò in un lavoro a breve. Diciamo che non si deposita "uniformemente" ma selettivamente in base alle condizioni geochimiche... Per questo le anomalie ci sono anche in altre occasioni e addirittura mancano in qualche sezione sudamericana (che siccome il meteorite è caduto da quelle parti magari doveva essercene di più che a Woodside Creek in Nuova Zelanda....)

2. come modello di eruzione vulcanica io preferisco il Laki 1783 / 84 e le sue conseguenze sulla salute umana

#10 darwin60

darwin60

    Spugna

  • EXPERT
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 748 Messaggi:

Inviato 10 giugno 2014 - 11:32

e, aggiungo, ci sono forti tracce che la perturbazione sia iniziata prima della formazione del cratere dello Yucatan.
tracce di discontinuità immediatamente successive alla caduta sono scarse e quelle che ci sono sono totalmente "in linea" con il "rumore di fondo" del periodo, cioè non si registrano particolari trend a 300ky prima del K/T
Quanto agli anfibi, hanno passato indenni il K/T insieme ad altri gruppi. Il motivo c'è anche se mi sfugge qualcosa che sto cercando di trovare

#11 Guest_FOSSIL1_*

Guest_FOSSIL1_*
  • Visitatore

Inviato 10 giugno 2014 - 11:49

Ciao Darwing, grazie per l'esauriente risposta.
Dal tono della stessa comprendo però che hai frainteso lo spirito di quello ho scritto.  
Personalmente preferisco maggior spirito critico nei confronti della ricerca, il fatto che la maggior parte della comunità scientifica creda qualcosa non è una prova che la stessa sia vera.
Di quella stessa comunità scientifica una buona parte si direziona verso est cinque volte al giorno, un'altra buona parte invece alza gli occhi al cielo come in vaticano. Difficile però che questo si a prova di qualcosa.

#12 Guest_FOSSIL1_*

Guest_FOSSIL1_*
  • Visitatore

Inviato 10 giugno 2014 - 11:52

Riguardo al meteorite/cometa o quello che era, considerando che hai scritto che l'iridio può essersi depositato per altre condizioni, è stato rilevato qualcosa, oltre al cratere, che testimoni l'impatto?

#13 Guest_FOSSIL1_*

Guest_FOSSIL1_*
  • Visitatore

Inviato 11 giugno 2014 - 12:05

Riguardo alla depressione dell'Afar e al tuo link, mi pare sia scritto che il fenomeno sia in atto adesso. Non dovrebbe essere un pò più apocalittico? Oppure il fenomeno è troppo circoscritto/giovane/vecchio/altro per generare un evento come il Dekkan con esiti estintivi?

Ndr: la domanda e la curiosità sono reali, non sono polemico.

#14 francomete

francomete

    Ultra Sapiens

  • EXPERT
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6807 Messaggi:

Inviato 11 giugno 2014 - 05:54

Visualizza MessaggioFOSSIL1, il 10 giugno 2014 - 11:52 , ha scritto:

Riguardo al meteorite/cometa o quello che era, considerando che hai scritto che l'iridio può essersi depositato per altre condizioni, è stato rilevato qualcosa, oltre al cratere, che testimoni l'impatto?
C'è del materiale da impatto, di tipo vetroso.
Cratere di Chicxulub, Messico.
Sono molto rare e molto piccole, sferule in materiale vetroso, appena trovo delle foto le posto.
Non mi risulta sia stato trovato materiale meteorico.

#15 KT65

KT65

    Molecola Inorganica

  • Iscritto
  • Stelletta
  • 45 Messaggi:

Inviato 11 giugno 2014 - 06:57

Si tratta di sferule vetrose millimetriche trovate sulla costa atlantica del Messico e del Texas , di colore biancastro , insomma delle piccolissime tectiti associate , per ipotesi , al cratere di Chicxulub . Tutta la storia Chicuxulub / estinzioni KT , e' ancora in gran parte da dimostrare ; una prova contraria potrebbe essere questa : se Chicxulub ha prodotto tectiti di pochi millimetri , come asseriscono gli scienziati , allora quale corpo celeste colpi' la Terra circa 800 mila anni fa nel continente asiatico , creando tectiti fino a quasi 20 Kg ? e non mi pare che ci sia stata nessuna estinzione totale sulla Terra . Anche il mistero dell' origine delle tectiti e' lungi da essere dimostrata .
Le foto delle tectiti di Chicxulub si trovano in un lungo articolo dedicato al problema di un vecchio numero della rivista astronomica "Orione" che non ho piu' , ma a chi interessa l'argomento puo' essere richiesto alla redazione della rivista che ora si chiama "Nuovo Orione" .

#16 Ebo

Ebo

    editato

  • Iscritto
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2414 Messaggi:

Inviato 11 giugno 2014 - 07:37

Grazie Aldo per aver completato in maniera molto professionale il soggetto.

Gradirei, se lo vuoi, essere tenuto al corrente su questo soggetto che mi interessa molto (a livello prettamente personale), magari attraverso anche questo forum.
Fossil1 non considero i tuoi interventi polemici, anzi. Sono stati da catalizzatore per lo sviluppo della discussione, quindi piu' che benvenuti.

#17 darwin60

darwin60

    Spugna

  • EXPERT
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 748 Messaggi:

Inviato 11 giugno 2014 - 12:18

allora, per quanto riguarda le sferule ci sono due interpretazioni. La prima che vengano da Chuxchub, la seconda che vengano dalle vulcaniti del Deccan. Qualcuna si è anche formata in loco. Su questo sono ancora un attimo indietro ma prima o poi devo riprendere in mano anche questa storia.
Concordo in pieno con l'ultima osservazione di Fossil: spesso gli studio sul K/T sono "a prescindere". Cioè c'è chi vuole dimostrare che è stato il meteorite,e chi i trappi del Deccan. Questo caso specifico, quello delle microsferule, è il top di questa situazione.
È possiible che ci siano entrambi i tipi di microsferule, però ancora una volta ci viene in soccorso la stratigrafia. Sono stati trovati più livelli di microsferule, per esempio in Messico. Per cui c'è chi iniziò a parlare di "impatti multipli" e poi si è convinto che il meteorite non c'entra niente e le microsfere hanno altra origine. Quello che mi fa impazzire è proprio questa duplice spiegazione, e non posso pensare altro se non che l'interpretazione spesso rifletta il pensiero preesistente di chi ha intrapreso la ricerca.

Un'altra "prova" dell'impatto sono i depositi dovuti allo tsunami. anche questi però sono stati contestati da alcuni Autori che invece li considerano debris flow piuttosto massicci.

Quanto a quello che è scritto dagli astronomi: a parte buona parte dei geologi, il resto del mondo scientifico è convinto della storia del meteorite....
Quanto all'Afar (per Fossil) il parossismo è stato quello indicato, però l'estensione crustale continua ancora oggi. Un anno fa ho scritto questo: http://aldopiombino....nica-delle.html

ps: comunicazioni per fossil:
1. :lol: :lol:
2. "continua così, mi piace l'idea"  (solo lui può capire!)

#18 Ebo

Ebo

    editato

  • Iscritto
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2414 Messaggi:

Inviato 11 giugno 2014 - 01:15

Darwin60, l'evento vulcanico del Laki non lo conoscevo bene ed é effettivamente impressionante.
Per chi volesse saperne un po di piu' sul net c'e' molta informazione.

Una tra le tante: http://www.wired.com...uption-iceland/

#19 KT65

KT65

    Molecola Inorganica

  • Iscritto
  • Stelletta
  • 45 Messaggi:

Inviato 11 giugno 2014 - 02:12

Se le sferule di silicio trovate in Messico e Texas sono di origine vulcanica , anziché da impatto come sembra , allora vorrebbe dire che alla fine del Cretaceo ci devono essere state immense eruzioni globali di vulcani che emettevano essenzialmente magma acidi a composizione principalmente di silicio viscoso , cioe' meno caldo rispetto alle colate basiche , contenenti meno silicio , ma piu' calde .

#20 Guest_FOSSIL1_*

Guest_FOSSIL1_*
  • Visitatore

Inviato 11 giugno 2014 - 02:18

Mi pare si chiamino trappi del Deccan...




Copyright © 2019 Paleofox.com - Portale della Paleontologia italiana