Vai al contenuto

IPBoard Styles©Fisana

- - - - -

High-precision dating of the Kalkarindji large igneous province, Australia, and synchrony with the Early–Middle Cambrian (Stage 4–5) extinction


  • Per cortesia connettiti per rispondere
47 risposte a questa discussione

#41 Guest_FOSSIL1_*

Guest_FOSSIL1_*
  • Visitatore

Inviato 14 giugno 2014 - 01:02

Butto lì una domanda per Darwin,

Esiste uno studio o la possibilità teorica di conoscere l 'inclinazione dell'asse terrestre nei periodi legati alle varie Lip?  Avrebbe potuto influire in qualche modo nelle estinzioni?

#42 Guest_FOSSIL1_*

Guest_FOSSIL1_*
  • Visitatore

Inviato 14 giugno 2014 - 01:11

Visto che ci siamo ne butto lì un'altra, la Lip del Parana y Etendeka, cosa ha avuto di diverso dalla altre visto che pare non abbia torto un capello a nessuno?

#43 darwin60

darwin60

    Spugna

  • EXPERT
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 748 Messaggi:

Inviato 15 giugno 2014 - 10:47

vedo solo ora la domanda.
Paraná–Etendeka è del Valanginiano e in quel tempo non mi pare succeda un gran chè.
Evidentemente questo è - sdotto certi aspetti - un problema. Soprattutto non paiono esserci grossi effetti sul ciclo del carbonio; anzi, per Wignall (2001) il succo sarebbe proprio quello: una buona efficienza del sistema di sequestro del carbonio in quel tempo
Un'altra possibilità che mi viene in mente è la lunga durata di questa LIP, per cui è possibile che ci sia stata una diluizione delle emissioni sufficiente a non mandare in crisi tutto. È interessante che la durata negli ultimi anni si sia dilatata a 3 MA, mentre prima era più stretta.
Questo potrebbe spiegare la mancanza di problemi con il carbonio, ma ... e lo zolfo, per esempio?
Possibile che la circolazione atmosferica di quel tempo non consentisse una distribuzione globale delle emissioni? (i vulcani della zona equatoriale mettono meglio in circolo i loro prodotti di vulcani a latitudini maggiori).  

in tempi precedenti Stothers, Rampino ed altri avevano correlato i PEB con una estinzione di fine giurassico ma i conti non tornano.amo che questo è per ora l'unico esempio di LIP sicuramente non coeva con una estinzione.

#44 Guest_FOSSIL1_*

Guest_FOSSIL1_*
  • Visitatore

Inviato 17 giugno 2014 - 11:00

la deriva dei continenti e l'erosione hanno distrutto e frammentato molto di quanto prodotto dai vari "trappi", ne consegue che molto è stato ipotizzato basandosi su quello che vediamo oggi.
Ti pongo una domanda per assurdo;
se tra 60 milioni di anni un'ipotetica razza umana con il nostro  stesso livello tecnologico e culturale, studiasse i resti dello yellowstone hotspot e dell' hawaii hotspot potrebbe  concludere erroneamente (?) che in questa epoca era in atto un trappo?

#45 darwin60

darwin60

    Spugna

  • EXPERT
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 748 Messaggi:

Inviato 17 giugno 2014 - 11:32

1. quello che dici si può applicare al paleozoico: se togli quella australiana, la maggior parte delle LIP oceaniche paleozoiche sono state perse nel mosaico di terranes che ora forma l'Asia a nord dell'Himalaya.
Però la maggior parte di esse (appunto, tolto il paranà) ha lasciato nei sedimenti coevi delle tracce in particolare le escursiooni del rapporto isotopico di C, O, S e Sr. Cioè, basta avere sedimenti coevi ad una LIP in qualsiasi parte della Terra et voilà... ecco che sai che c'è stta una attività del genere. Ad esempio le anossie riferibili alla Kalkarindji sono in Siberia (che comunque all'epoca non era lontana dall'Australia

2. no. Perchè le età sono diverse e progressive lungo una linea ben definita, mentre il magmatismo di LIP prevede un blocco iniziale seguito da una coda.
Potrebbero rappresentare la coda di una LIP: per Yellowstone ho dei grossi dubbi, però per me ci sono degli indizi che l'hot spot delle Hawaii è iniziato con una LIP ormai scomparsa. Ovviamente "per me" in quanto (a) non mi pare che nella letteratura scientifica ci siano scritte cose del genere e (B) per provarlo avrei bisogno di una serie di dati che non so manco se esistono

Quindi evitiamo di dire che è così perchè l'ho letto su internet. Trattasi solo di una mia impressione.

#46 Guest_FOSSIL1_*

Guest_FOSSIL1_*
  • Visitatore

Inviato 17 giugno 2014 - 12:00

al punto due hai detto no in apertura e si in chiusura...... ;)

#47 darwin60

darwin60

    Spugna

  • EXPERT
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 748 Messaggi:

Inviato 20 giugno 2014 - 09:54

forse non mi sono spiegato bene: applicando le conoscenze attuali  non è possibile che fra 60 milioni di anni il magmatismo delle Hawaii possa essere interpretato come LIP, ma sarà considerato un esempio di "within plate basalt" (basalti intraplacca, tholeiitici o alcalini). Io invece ho ipotizzato che il plume possa essere dove all'epoca della rottura di Rodinia (quindi direi attorno a 700, 800 milioni di anni fa) si sono separate due masse continentali di cui una poteva essere la Siberia.
Oggettivamente non ho indagato im materia

#48 darwin60

darwin60

    Spugna

  • EXPERT
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 748 Messaggi:

Inviato 20 giugno 2014 - 10:06

ritornando alla LIP del Paranà, e riguardando cose che erano un pò cadute nel mio dimenticatoio,  il limite Valanginiano - Hauteriviano è una forte discontinuità a livello dei radiolari. Si può notare che i radiolari hanno avuto nel Cretaceo 4 forti momenti di turnover di specie: ai limiti Valanginiano - Hauteriviano (Paranà), Aptiano - Albiano (Evento anossico 1 - Caribbean LIP) , Cenomaniano - Turoniano  (evento anossico 2 Ontong Java) e Maastrichtiano - Daniano... buuuuummmmmm!!!!!




Copyright © 2019 Paleofox.com - Portale della Paleontologia italiana