Vai al contenuto

IPBoard Styles©Fisana

- - - - -

Leveilleites hartnageli (Foerste, 1923)


  • Per cortesia connettiti per rispondere
Nessuna risposta a questa discussione

#1 Ebo

Ebo

    editato

  • Iscritto
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2414 Messaggi:

Inviato 03 luglio 2014 - 08:08

I fossili di alghe calcaree che si rinvengono con maggior frequenza nel Paleozoico presentano il tallo calcificato ed il rinvenimento di alghe non calcaree é assai raro.
Il lagerstätten di Kalana, localizzato nell'Estonia centrale e datato al Siluriano inferiore, Llandover, (Aeroniano, Raikkula Stage, Jogeva beds) circa 437Ma ha fornito importanti associazioni algali che si presentano come film di kerogene color bruno-nero all'interno di calcari micritici microlaminati e parzialmente dolomitizzati.
Le alghe che ivi si rinvengono sono spesso complete di tallo e sporangia.
Oltre dieci gruppi morfologici sono stati rinvenuti, assegnabili a rhodofite e chlorophyte.
Questo sito mostra come le alghe abbiano mantenuto essenzialmente la loro morfologia per circa 400 milioni di anni e come abbiano occupato già nel Paleozoico quegli antichi mari.

Tra le specie piu' frequenti si rinviene  Leveilleites hartnageli (rhodophyta, corallinacea?), che presenta un tallo a struttura filloide assai caratteristico e di cui illustro il campione aquistato a SM la settimana scorsa.

Qualche riferimento:
http://s3.amazonaws....al - PalAss.pdf
http://opac.geologie...R0099_111_B.pdf

Allega File(s)






Copyright © 2019 Paleofox.com - Portale della Paleontologia italiana