Vai al contenuto

IPBoard Styles©Fisana

- - - - -

TRACCE FOSSILI DI VITA SU MARTE? IPOTESI SCATURITA DALLE FOTO DEI ROVER!


  • Per cortesia connettiti per rispondere
9 risposte a questa discussione

#1 niccosan

niccosan

    Ultra Sapiens

  • Moderatore
  • 5691 Messaggi:
  • LocalitàPescara
  • Collezione:Fossili, Minerali, Malacologia

Inviato 09 gennaio 2015 - 12:56

TRACCE FOSSILI DI VITA SU MARTE? IPOTESI SCATURITA DALLE FOTO DEI ROVER!

Una forma di vita elementare e microbica che ha lasciato tracce fossili sui sedimenti di Marte è stata individuata grazie alle foto inviate dai Rover della NASA. L'ipotesi è scaturita grazie alle analisi eseguite da diversi studi eseguiti su alcune immagini inviate dalle sonde marziane. Le immagini analizzate hanno evidenziato delle strutture nelle quali si possano riconoscere strutture molto simili formatesi sulla Terra grazie alla presenza e all'azione di microrganismi. Uno studio firmato da Nora Noffke su Astrobiology, prende in esame alcune formazioni rocciose di origine sedimentaria fotografate dal Rover della NASA Curiosity sull'affioramento denominato "Gillespie". Tale studio confrontando tali formazioni rocciose con esempi terrestri noti e studiati, mette in evidenza una origine dovuta ad azione di microorganismi.

http://www.paleofox....-dei-rover.html

#2 bramfab

bramfab

    Medusa

  • Iscritto
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 960 Messaggi:

Inviato 09 gennaio 2015 - 04:05

L'articolo e' sicuramente interessante http://online.lieber...9/ast.2014.1218 , voglio leggerlo con calma.
L'autrice possiede i titoli per esprimere certe ipotesi https://www.odu.edu/...ke#profiletab=0 , semplicemente mi chiedo come mai il paper abbia una sola firma, significa che nessun altro ha voluto prendersi la responsabilità di firmare certe conclusioni oppure che gli studi marziani sono condotti in forma individuale?

Che la vita extra terra si potesse cercare anche attraverso forme fossili e' certamente possibile,  e mi stupisce il fatto che la NASA abbia sempre scarsamente considerato questa possibilità, tutte le missioni su Marte sono più orientate verso analisi geochimiche da laboratorio che analisi da ricerca geologica sul campo, per esempio un piccolo braccio manipolatore con la possibilità di prendere un ciottolo e guardarlo (ovvero fotografandolo) rigirandolo sotto diverse angolazioni potrebbe aver già fornito molte informazioni addizionali su struttura, tessitura e composizione delle rocce marziane.

Ricordo un paio di vecchi post  http://paleofox.com/...page__hl__marte e http://paleofox.com/...page__hl__marte in cui erano riportate fotografie di possibili tracce strutture organiche sulle quali apparentemente il rover non si era soffermato.

#3 niccosan

niccosan

    Ultra Sapiens

  • Moderatore
  • 5691 Messaggi:
  • LocalitàPescara
  • Collezione:Fossili, Minerali, Malacologia

Inviato 09 gennaio 2015 - 05:21

Nora Noffke è un guru sugli studi di tessitura e strutture sedimentarie derivate dall'interazione vita-sedimento
assistetti ad una sua conferenza sulla vita batterica del proterozoico e ben sapendo che noi italiani mal digerivamo l'inglese
parlo in modo chiaro e lento

ora nel mondo accademico
si ha molta paura di pubblicare sulla vita marziana
dati i trascorsi (ALH-84001, ecc...ecc..)
ma con lei hanno sicuramente collaborato i suoi assistenti
mi pare siano in 3 nel suo dipartimento

per il resto gli italiani invece sono in 3
quindi....

ah quello che la NASA
non abbia ascoltato i paleo-geologi
è una diatriba vecchia di 20/30 anni
non si capisce il perchè???

#4 bramfab

bramfab

    Medusa

  • Iscritto
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 960 Messaggi:

Inviato 09 gennaio 2015 - 06:22

Visualizza Messaggioniccosan, il 09 gennaio 2015 - 05:21 , ha scritto:


per il resto gli italiani invece sono in 3
quindi....

ah quello che la NASA
non abbia ascoltato i paleo-geologi
è una diatriba vecchia di 20/30 anni
non si capisce il perchè ???

E infatti il team della NASA non ci crede http://www.space.com...signs-life.html e se ne esce affermando "We do have several members of our team who are always keen to look out for things that might be caused by biological processes, but there was no reason, we felt, to explore that [option] at that site,"  "It came down to nothing exceptional, from our point of view, that wasn't just a consequence of erosion of this sandstone."
If mission scientists had decided to study Gillespie Lake more closely, they could have taken up-close photos using Curiosity's Mars Hand Lens Imager, Vasavada said, or drilled the rock to deliver powder to the Sample Analysis at Mars (SAM) instrument, which is capable of detecting carbon-containing organic molecules.
Sarei curioso di sapere quante molecole di carbonio organico si trovano polverizzando le stromatoliti della dolomia principale!
Mi sembra che il team della NASA non abbia la piu' pallida idea di cosa cercare e manchi totalmente di quella sana curiosità che tutti i ricercatori dovrebbero avere quando vanno sul campo.
I progetti marziani della NASA sono ottimi dal punto di vista della costruzione degli ordigni spediti sul pianeta, ma come team di ricerca sono sbiaditi.

P.S. che vuol dire : per il resto gli italiani invece sono in 3 ? ?

#5 francomete

francomete

    Ultra Sapiens

  • EXPERT
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6788 Messaggi:

Inviato 09 gennaio 2015 - 06:44

Io alla vita su Marte, passata e presente, ci credo poco

#6 niccosan

niccosan

    Ultra Sapiens

  • Moderatore
  • 5691 Messaggi:
  • LocalitàPescara
  • Collezione:Fossili, Minerali, Malacologia

Inviato 09 gennaio 2015 - 08:05

Se leggi il mio articolo ho citato sia lo studio di Nofke  che degli italiani.

Non posso fare copia e incolla perché sono con lo Smartphone ora

Ciao

#7 bramfab

bramfab

    Medusa

  • Iscritto
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 960 Messaggi:

Inviato 09 gennaio 2015 - 10:15

Visualizza Messaggioniccosan, il 09 gennaio 2015 - 08:05 , ha scritto:

Se leggi il mio articolo ho citato sia lo studio di Nofke  che degli italiani.

Non posso fare copia e incolla perché sono con lo Smartphone ora

Ciao

Hai ragione, viene dallo stesso gruppo che aveva rianalizzato gli esperimenti del Viking http://paleofox.com/...page__hl__marte ,
qui c' è l'articolo sui "blueberries" http://ijass.org/On_...files/1(419~433)14-047.pdf  e un loro riassuntino con immagini in italiano: http://www.focus.it/...rche-parallele.
Devo dire che se i  "blueberries" mi hanno intrigato da quando furono visti, questo lavoro mi sembra meno convincente,  in ogni caso sia questo lavoro che quello della Nofke evidenzia i limiti dell'approccio di ricerca investigativa secondo l'approccio  della NASA.

#8 Ebo

Ebo

    editato

  • Iscritto
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2413 Messaggi:

Inviato 13 gennaio 2015 - 10:29

Saluti a tutti (ogni tanto ritorno). Ho letto con interesse l'articolo che avete pubblicato, e che é stato ripreso anche da la Repubblica (http://www.repubblic...-104530696/1/#1).
Ebbi un contatto interessante con Vincenzo Rizzo e discutemmo assai a lungo sulle sue personali interpretazioni sulle strutture stromatolitiche (o supposte tali) che si vedono sui fotogrammi acquisiti dai rover su Marte.

Nonostante le sue innumerevoli ed interessanti interpretazioni, non sono ancora convinto.
Molte analisi ed interpretazioni sono fatte su zoom esageratamente ingranditi ed immagini di conseguenza sfuocate (alla ricerca di un dettaglio che comunque non si vede, essendo 'impastato' nell'immagine sfuocata).
Strutture lineari, layer sovrapposti a "simulare" una struttura stromatolitica, i "mirtilli", che ho qualche forte dubbio che siano di origine sedimentaria in quanto distribuiti troppo omegeneamente all'interno dei livelli rocciosi (sedimentari o no é da vedere), insomma sono un poco un San Tommaso e prima di dire Eureka (nonostante creda che la vita possa essersi ben sviluppata sul pianeta roso) mi occorrono ancora delleulteriori prove ed analisi.
Come già detto un'osservazione da vicino dei campioni racolti, un'analisi mineralogica/microscopica (portando i campioni sulla terra, o sviluppando analisi piu' di dettaglio con altri rover in futuro) potrà darci delle prove ulteriori.
Anche l'analisi della Nofke é molto interessante, ma certe interpretazioni morfologiche in "remote" (a distanza) da geologo quale sono di formazione, mi fanno un poco rabbrividire (sono ancora della scuola, bagna in campione con la lingua e guarda con la lente 10X).
Certamente le strutture da essicazione e molte altre possono rivelare una passata presenza di acqua o soluzioni saline.
La discussione é comunque aperta e non mancheranno interessanti scoperte in futuro.

#9 Estwing

Estwing

    Trilobite

  • Moderatore
  • 1423 Messaggi:
  • LocalitàRoma

Inviato 13 gennaio 2015 - 10:35

Visualizza Messaggiofrancomete, il 09 gennaio 2015 - 06:44 , ha scritto:

Io alla vita su Marte, passata e presente, ci credo poco
Se lo chiedeva pure David Bowie...

#10 Ebo

Ebo

    editato

  • Iscritto
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2413 Messaggi:

Inviato 16 gennaio 2015 - 01:25

il lavoro di Vincenzo Rizzo lo trovate in download qui: http://ijass.org/On_...~433)14-047.pdf
mentre info sono uscite anche sul Corriere della Sera: http://www.corriere....ml?refresh_rum




Copyright © 2019 Paleofox.com - Portale della Paleontologia italiana