Vai al contenuto

IPBoard Styles©Fisana

- - - - -

spugne ed esplosione del Cambriano: ma fu vera esplosione?


  • Per cortesia connettiti per rispondere
14 risposte a questa discussione

#1 darwin60

darwin60

    Spugna

  • EXPERT
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 748 Messaggi:

Inviato 10 luglio 2015 - 08:13

Avvio questa discussione sull'esplosione del Cambriano e sul suo significato prendendo spunto da diversi spunti di Ebo.

qui si parla di spugne che hanno evoluto certe caratteristiche già nell'Ediacariano mentre secondo la linea di pensiero attuale almeno alcuni di questi caratteri dovrebbero essere arrivati "dopo".
http://www.spacedail...lution_999.html

La domanda fondamentale è cosa sia successo al limite Ediacariano - Cambriano (anzi, cosa voglia dire questo limite).

Quali cambiamenti?
Dovuti a cosa?
Chi si è estinto?
Chi è rimasto?

#2 Ebo

Ebo

    editato

  • Iscritto
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2413 Messaggi:

Inviato 13 luglio 2015 - 09:33

Darwin (...) ti rispondo io -dato che sembra essere un tema molto di "nicchia" per cui nessun altro sembra intervenire- appena mi sarà possibile.
Ho da preparare un viaggio oltreoceano ed un tragico evento che ha colpito un mio caro amico mi ha messo in stand-by.
Quindi keep in touch.
Continuo appena possibile.

#3 francomete

francomete

    Ultra Sapiens

  • EXPERT
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6795 Messaggi:

Inviato 13 luglio 2015 - 10:42

Sono argomenti per gente "studiata"

#4 darwin60

darwin60

    Spugna

  • EXPERT
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 748 Messaggi:

Inviato 13 luglio 2015 - 10:52

Ebo, mi spiace..
Francomete, sarà anche un argomento per gente "studiata", ma penso che possa interessare a parecchi....

#5 francomete

francomete

    Ultra Sapiens

  • EXPERT
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6795 Messaggi:

Inviato 14 luglio 2015 - 11:45

Aspettiamo news sull'esplosione delle spugne cambriane :)

#6 cicciojuras

cicciojuras

    Medusa

  • Moderatore
  • 936 Messaggi:
  • LocalitàMilano
  • Collezione:Fossili, minerali, gemme

Inviato 14 luglio 2015 - 11:57

Io non ne so nulla!!
mi piacerebbe tanto sapere...se qualcuno può spiegare in maniera semplice :)

#7 Estwing

Estwing

    Trilobite

  • Moderatore
  • 1434 Messaggi:
  • LocalitàRoma

Inviato 14 luglio 2015 - 12:17

Visualizza Messaggiofrancomete, il 14 luglio 2015 - 11:45 , ha scritto:

Aspettiamo news sull'esplosione delle spugne cambriane :)
A me è successo mentre facevo la doccia, non so se era cambriana, però... :P

#8 niccosan

niccosan

    Ultra Sapiens

  • Moderatore
  • 5713 Messaggi:
  • LocalitàPescara
  • Collezione:Fossili, Minerali, Malacologia

Inviato 14 luglio 2015 - 01:32

Aggiungo una piccola nota:

+ volte in rocce precambriane si osservano dei resti che non si sa bene se sono di origine organica o no
e ricordo molte volte che il prof
che le aveva per mano era sempre restio a determinarle
anche se diceva
che assomigliavano a resti di spugne
ma molte cose non tornavano

ora
c'è modo di sapere come sono tali strutture?
si può assegnarle realmente a delle spugne?
quali sono i resti precambriani di spugne realmente identificati?
ma sopratutto
quale è l'antenato della spugna?

ho sempre dei dubbi in testa quando parlo di spugne....

#9 francomete

francomete

    Ultra Sapiens

  • EXPERT
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6795 Messaggi:

Inviato 14 luglio 2015 - 02:32

Visualizza Messaggioniccosan, il 14 luglio 2015 - 01:32 , ha scritto:

Aggiungo una piccola nota:

+ volte in rocce precambriane si osservano dei resti che non si sa bene se sono di origine organica o no
e ricordo molte volte che il prof
che le aveva per mano era sempre restio a determinarle
anche se diceva
che assomigliavano a resti di spugne
ma molte cose non tornavano

ora
c'è modo di sapere come sono tali strutture?
si può assegnarle realmente a delle spugne?
quali sono i resti precambriani di spugne realmente identificati?
ma sopratutto
quale è l'antenato della spugna?

ho sempre dei dubbi in testa quando parlo di spugne....
E non sei il solo che ha dubbi in fatto di spugne, sapessi quante volte si scambiano spugne per coralli ...
Da quello che mi hanno insegnato, ci sono delle strutture che sono tipiche solo delle spugne, le spicole silicee, calcaree o cornee (e se n'è già parlato più volte anche nel forum), se non ci sono quelle non si può parlare di spugna. Sono state trovate spicole libere già nel precambriano (570 m.a.).

#10 dany88

dany88

    Ammonite

  • Iscritto
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1537 Messaggi:

Inviato 15 luglio 2015 - 05:25

L'esplosione del cambriano penso sia un po' come altre scoperte, mi spiego meglio:
La scoperta del fuoco non è avvenuta una volta sola, è avvenuta poi è stata dimenticata, poi riscoperta e così via.
L'esplosione del cambriano, può essere avvenuta per tentativi allo stesso modo del fuoco in più parti del globo e in diversi periodi (anche precambriano), finchè non si è consolidata.

#11 darwin60

darwin60

    Spugna

  • EXPERT
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 748 Messaggi:

Inviato 16 luglio 2015 - 10:06

innanzitutto oggi riguardavo gli appunti ed è venuta fuori una cosa che mi ero dimenticato: il limite E/C (Ediacariano / Cambriano) ha persino una anomalia dell'iridio....
A questo punto l'anomalia la troviamo almeno 4 volte insieme ad altre cosette come disturbi nel ciclo del carbonio: fine dell'ultima snowball Earth (marinoano), passaggio E/C, fine devoniano e fine cretaceo.....

Quindi: estinzione di massa che coinvolge tutti i Vendozoa e quindi Animalia rimane senza rivali e si differenzia velocemente.....

#12 dany88

dany88

    Ammonite

  • Iscritto
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1537 Messaggi:

Inviato 17 luglio 2015 - 07:05

Un altro pezzo del puzzle Darwin60 ben fatto.

#13 Ebo

Ebo

    editato

  • Iscritto
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2413 Messaggi:

Inviato 21 settembre 2015 - 08:49

La prima esplosione di forme di vita, "l'esplosione Precambriana" (Avalonian explosion --> https://en.wikipedia...valon_explosion)  è avvenuta poco dopo i 600 milioni di anni fa con l'avvento delle faune di Ediacara che si sono distribuite su tutto il pianeta con forme approssimativamente simili.

Si parla di tre differenti eventi: l'Avalon assemblage (Canada, UK, Siberia) (575 a 565 Ma), il successivo evento con le forme del White Sea (Ucraina, Russia ed Australia) (560 a 550 Ma) e quelle di Nama (Namibia) (550 to 542 Ma).

Questo sviluppo di forme complesse è avvenuto successivamente al "disgelo" della Snow ball (che preferisco considerare piuttosto come una "palla di fango" e non veramente una palla di neve), dopo la glaciazione Marinoana (avvenuta nella parte terminale del periodo Criogeniano, terminata circa 635Ma) --> https://en.wikipedia...oan_glaciation. Riprendo le citazioni da Wikipedia per mera pigrizia intellettuale. In realtà ci sono fior di pubblicazioni sull'argomento.

Le profonde modificazioni climatiche successive al disgelo hanno permesso la prima esplosione vera di forme di vita complesse e con essa il rinvenimento delle prime spugne.

Le modificazioni sono state essenzialmente un'ingente quantità di sedimenti e minerali che si sono riversati negli oceani ora liberi dai ghiacci (non che non lo fossero prima, ma il trasporto solido era necessariamente inferiore a causa della copertura nevosa sui continenti), materiale che ha portato, come già detto in un precedente post, ad una dissoluzione su terra e deposizione in mare di importanti livelli di silicati, carbonati e dolomie che diedero origine questi ultimi ai Cap Carbonate (http://www.snowballe...g/capcarbs.html). Si verificarono variazioni nel contenuto della CO2 atmosferica e di conseguente del contenuto in ossigeno dei mari.

Come questi eventi abbiamo attivato la formazione di vita complesse è ancora tutto da capire.

Similarmente nell'esplosione di vita del Cambriano basale ci sono stati differenti "focolai", ma distribuiti nel tempo,che si rinvengono nelle faune di Sirius Passet in Groenlandia, Chengjiang in Cina, Burgess in Canada, ma con forme già estremamente complesse e differenziate, quindi ci deve essere da qualche parte necessariamente ancora molto da scoprire per trovare le forme intermedie che legano in qualche maniera le forme Ediacarane a quelle Cambriane (salvo non cadere nel Creazionismo, pussa via brutta bertuccia!).

Il problema tutt'ora non chiaro è del perchè tra queste due associazioni faunistiche esista una chiara differenza nella morfologia assiale, lo sviluppo del piano assiale degli organismi, che fa apparire gli "edicarans" quasi come degli extraterrestri. I primi hanno una simmetria alternata (a zig-zag se vogliamo), mentre le forme apparse dal Cambriano in poi sono simmetriche rispetto al piano longitudinale, speculari (come siamo noi d'altronde, con le dovute differenze). Inoltre non erano muniti di (evidente) apparato boccale, quindi dovevano probabilmente assorbire nutrienti per via "osmotica" attraverso il flessibile esoscheletro (chemiotrofia).

Forme più ancestrali ce ne sono state, dalla Gryphania spiralis datata a 2,11 miliardi di anni (https://commons.wiki...shpeming_MI.jpg) alla Horodyskia williamsii di 1.5Gy (https://en.wikipedia...wiki/Horodyskia), alla Chuaria circularis (1.1Gy) (http://paleofox.com/...ularis-walcott-1899/page__hl__chuaria), forme che ho già postato su questo forum tempo fa.
Sono sicuro che forme complesse esistevano anche prima degli eventi legati alle glaciazioni precambriane.

Certo non forme estremamente complesse, ma sicuramente molto interessanti; la recente discussione con le forme degli Urali meridionali (Kuckaraukia multituberculata --> http://paleofox.com/...re-degli-urali/) ha messo in evidenza come non si è certo arrestata la scoperta di nuovi siti che permetteranno una visione (forse) più completa delle forme che hanno occupato i vari ambienti marini.

Per venire alle spugne, esse sono forme relativamente "semplici" ma molto funzionali; sostanzialmente una superficie crivellata di fori per l'assorbimento di acqua e composti organici dissolti in essa ed uno di uscita (l'osculum); all'interno i flagelli delle cellule (choanocytes) che creando una corrente d'acqua premettono l'assorbimento dei nutrienti.
Non esistono organi aventi funzioni particolari, essendo la struttura organizzata come una colonia di singoli individui che "lavorano assieme", supportati da un apparato scheletrico composto di spicole silicee.
Non mi stupisce più di tanto quindi che sia stata rinvenuta una spugna datante 600 milioni di anni (http://www.pnas.org/...nt/112/12/E1453), cioè circa 60 milioni di anni più vecchia dei primi organismi complessi (faune di Ediacara) a tutt'oggi noti

Bon, ho saltato a volte di palo in frasca ma chiedo venia. Bisogn essere ispirati per scrivere ste cose su un forum di paleontologia in Italia.
...

Sto raccogliendo materiale bibliografico e spero di poter fare qualcosa di più omogeneo prossimamente.

#14 cicciojuras

cicciojuras

    Medusa

  • Moderatore
  • 936 Messaggi:
  • LocalitàMilano
  • Collezione:Fossili, minerali, gemme

Inviato 21 settembre 2015 - 09:17

Molto interessante e sei riuscito anche a spiegarlo in modo semplice, merci :)

#15 darwin60

darwin60

    Spugna

  • EXPERT
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 748 Messaggi:

Inviato 22 settembre 2015 - 01:34

una ottima disamina.
Prima o poi parlerò su Scienzeedintorni della Snowball Earth (e sopratuttto del motivo per cui questi episodi cessano bruscamente)
L'unica precisazione che mi sento di fare è questa: le faune di Ediacara sono classificate come "Vendozoa", un clade esterno ad "Animalia".
Pertanto se vogliamo trovare un "antenato comune" questo va cercato parecchio in là.
Francamente non sono sicuro che questo antenato comune sia stato "multicellulare": in mancanza di dati genetici, impossibili da trovare, e paleontologici, non puoi escluderlo "Come non si può escludere che oltre a Plantae,  Animalia e Vendozoa ci siano stati altri e diversi "tentativi" di evoluzione multicellulare in altri gruppi di eucarioti, anche se appare "piuttosto improbabile".
Di sicuro la fratturazione di Rodinia ha portato alla formazione di parecchie Large Igneous Provinces con possibili forti riflessi (estinzioni di massa) specialmente per le forme di vita nella zona della piattaforma continentale




Copyright © 2019 Paleofox.com - Portale della Paleontologia italiana