Vai al contenuto

IPBoard Styles©Fisana

- - - - -

Spettrometro portatile SCiO e possibili applicazioni per il riconoscimento di pietre preziose e semipreziose false

spectrometer amber ambra copale

  • Per cortesia connettiti per rispondere
4 risposte a questa discussione

#1 federico marini

federico marini

    Trilobite

  • Iscritto
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1499 Messaggi:
  • E-mail pubblica:federico.marini.87@gmail.com
  • LocalitàPrato, Tuscany

Inviato 26 settembre 2015 - 02:25

La Consumer Physics, una start-up israeliana, sta per lanciare sul mercato uno spettrometro portatile che consentirà di identificare la presenza di molte sostanze chimiche e che, stando alle indicazioni fornite dal produttore, potrà costituire un ausilio anche nel riconoscimento di pietre preziose e semipreziose false. Stando a quanto riportato il prezzo dovrebbe oscillare dai 210 ai 1000 Eur, a seconda della versione

https://www.consumer...ics.com/myscio/

http://www.vanillama...ita-a-210-euro/

#2 Enotria

Enotria

    Molecola Organica

  • EXPERT
  • StellettaStelletta
  • 245 Messaggi:
  • E-mail pubblica:andrea.bosi@inwind.it
  • LocalitàFerrara

Inviato 27 settembre 2015 - 12:01

Io non so nulla degli scanner molecolari, ma conosco abbastanza bene altre cose che oggi i nostri smartphone sono in grado di fare.
Ed il punto è proprio questo: la pubblicità è immediatamente pronta a suggerire strane funzioni come il polso, le calorie, i passi, la radioattività, ecc.
Ma ben raramente la stessa pubblicità ci ricorda i limiti e le tolleranze delle misurazioni: l'importante è che la misura sia espressa con il massimo dei decimali, poi la precisione reale, la ripetibilità e la refrattarietà alle interferenze, diventa un fattore secondario, non ha più importanza, non si dice.

Eppure, guardate che non vi è nulla di più nonesiste, di più assurdo, di più pericoloso, di uno strumento di misura di cui non sapete la precisione e l'attendibilità.

Ora viene pubblicizzato uno scanner che lavora analizzando non si sa bene cosa, ne come, si intuisce che è qualcosa legato alla scomposizione della luce, forse al suo assorbimento selettivo, chissà.
Ma, anche se fosse vero ed efficace, la preparazione del campione dove è finita ? La normativa sulla modalità di misurazione che fine ha fatto ?

Ripeto, non lo so, ma a me sembra che tante applicazioni degli smartphone siano solo dei gadget per poter dire "io l'ho e tu no", poi, per il resto, basta che diano fuori un numero più o meno attendibile ed i consumatori attuali sono più che contenti.

Ma, speriamo che almeno funzionino bene come telefoni !

:)

#3 niccosan

niccosan

    Ultra Sapiens

  • Moderatore
  • 5794 Messaggi:
  • LocalitàPescara
  • Collezione:Fossili, Minerali, Malacologia

Inviato 27 settembre 2015 - 12:09

stavo proprio riflettendo sulla sua precisione
o su come lavorava per ottenere i suoi risultati

una volta in laboratorio per fare una misura siamo stati una giornata a preparare e settare gli strumenti ;)

ma noi siamo quelli che siamo ....

#4 Ebo

Ebo

    editato

  • Iscritto
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2414 Messaggi:

Inviato 27 settembre 2015 - 07:42

sino a che lunghezza d'onda nell'infrarosso lavora?
con quale risoluzione spettrale?
quante bande riesce ad analizzare?
Che dimensione possiede il fascio di luce per analizzare il materiale?
Quando vedo che fanno analisi del latte attraverso una bottiglia di plastica mi viene mal di pancia...

Sino a quando non escono le specifiche tecniche del sensore è una "cagata pazzesca", almeno nel settore dell'analisi scientifica per la determinazione di materiali rocciosi.

Ha il merito pero' di aprire ad un mercato che evolvendosi potrà risultarci interessante un giorno.

#5 francomete

francomete

    Ultra Sapiens

  • EXPERT
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6829 Messaggi:

Inviato 27 settembre 2015 - 09:25

E' lo stesso discorso per i microscopi elettronici.
Tempo fa ne stavo acquistando uno di occasione della fine anni70, per farne cosa non sapevo neanche io...
Era praticamente nuovo e costava 1500€, poi ho scoperto che per installazione, taratura, sorgenti, occorrevano altri 25000€ .... >:D





Anche taggato con spectrometer, amber, ambra, copale

Copyright © 2019 Paleofox.com - Portale della Paleontologia italiana