Vai al contenuto

IPBoard Styles©Fisana

- - - - -

Dinosauri. Giganti dall'Argentina al Mudec di Milano


  • Per cortesia connettiti per rispondere
5 risposte a questa discussione

#1 Suchomimus Tenerensis

Suchomimus Tenerensis

    Molecola Inorganica

  • Iscritto
  • Stelletta
  • 40 Messaggi:

Inviato Una settimana fa

Una delle più importanti mostre scientifiche sull’evoluzione dei dinosauri, con reperti unici provenienti tutti da un territorio paleontologicamente ricco come l´Argentina

In mostra l’intero percorso evolutivo dei dinosauri dalle origini fino all’estinzione: 150 milioni di anni di storia naturale narrati attraverso reperti e copie accuratissime, provenienti dall’Argentina, uno dei territori più ricchi ed importanti per lo studio dei dinosauri. In nessun altro Paese si può infatti trovare una tale ricchezza di esemplari appartenenti ai tre periodi dell’era Mesozoica.

Vengono presentati reperti originali appartenenti alle collezioni scientifiche di alcune delle più prestigiose istituzioni museali argentine, insieme a riproduzioni ottenute con tecniche sofisticatissime a partire dai resti fossili, pezzi unici scientificamente rilevanti ricostruiti dai paleontologi che hanno partecipato attivamente alla realizzazione della mostra.
Attraverso un percorso cronologico, la mostra ripercorre l’intera storia dell’evoluzione dei dinosauri partendo dal Triassico che ha lasciato importanti testimonianze nelle rocce del parco naturale di Ischigualasto, da dove provengono i cinque dinosauri più antichi noti finora, tra cui l’Eoraptor lunensis esposto in mostra.

Si passa poi al periodo Giurassico, durante il quale si assiste a un aumento nella varietà di forme, con lo sviluppo di grandi predatori e dei primi dinosauri coperti di piume, forse in grado di volare.

La mostra si conclude con il Cretaceo che, accanto alla nascita e alla diffusione delle piante da fiore, ha visto il massimo livello di biodiversità nel mondo dei dinosauri. A questo periodo risalgono i giganti, di cui sono esposte le ricostruzioni in dimensioni reali: l’erbivoro più grande del mondo, l’Argentinosaurus huinculensis che poteva raggiungere i 38 metri di lunghezza, e il più grande carnivoro terrestre finora conosciuto, il Giganotosaurus carolinii, 13 metri di lunghezza per 10 tonnellate, che superava in dimensioni il più famoso Tyrannosaurus rex.

A questo periodo risalgono anche le molte uova provenienti dallo straordinario sito di Auca Mahuevo nella provincia di Neuquén, dove è stato rinvenuto anche il primo embrione originale di dinosauro erbivoro gigante, affiancato in mostra dalla rappresentazione virtuale della sua evoluzione nell’uovo.

#2 Marcosauro

Marcosauro

    Medusa

  • Moderatore
  • 801 Messaggi:
  • E-mail pubblica:marco.sabia@icloud.com
  • LocalitàTorino

Inviato Una settimana fa

Bellissima mostra, Anteo sezione Piemonte non se la perderà sicuramente, chiunque volesse unirsi al nostro gruppo per la visita mi scriva pure al 3450472253, concorderemo la data prossimamente.
Ps: il carnivoro più grosso non era lo spinosauro? 😅

#3 cicciojuras

cicciojuras

    Spugna

  • Moderatore
  • 726 Messaggi:
  • LocalitàMilano
  • Collezione:Fossili, minerali, gemme, archeo

Inviato Una settimana fa

Marco è la mostra di cui ti parlavo.

#4 B-Rex

B-Rex

    Molecola Inorganica

  • Iscritto
  • Stelletta
  • 7 Messaggi:

Inviato 3 giorni fa

Mi interesserebbe davvero tanto andare a vedere questa mostra. Il mio unico problema è trovare qualcuno con cui andare per non essere costretto ad andarci tutto solo soletto!

#5 cicciojuras

cicciojuras

    Spugna

  • Moderatore
  • 726 Messaggi:
  • LocalitàMilano
  • Collezione:Fossili, minerali, gemme, archeo

Inviato 3 giorni fa

Ci si può organizzare ;)

#6 Prejott

Prejott

    Squalo

  • Utente old
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2829 Messaggi:

Inviato 3 giorni fa

Io mi sono riproposto di andare a vederla, anche se non ho ricevuto dei giudizi molto positivi da chi l'ha già visitata...Vedremo.




Copyright © 2017 Paleofox.com - Portale della Paleontologia italiana