Vai al contenuto

IPBoard Styles©Fisana

- - - - -

Conilithes brezinae


  • Per cortesia connettiti per rispondere
1 risposta a questa discussione

#1 Ale

Ale

    Molecola Organica

  • EXPERT
  • StellettaStelletta
  • 241 Messaggi:
  • E-mail pubblica:alessandro.zanzi.57@gmail.com
  • LocalitàVarese

Inviato 19 marzo 2018 - 07:39

C'è una notevole confusione sullo stato tassonomico del Conus exaltatus (Eichwald, 1830), Conus dujardini (Deshayes, 1845) e Conus brezinae (Hoernes & Auinger, 1879) e nella letteratura si possono trovare varie combinazioni di sinonimie. La validità di C. brezinae come specie distinta è stata messa in dubbio da molti autori (ad esempio Bałuk 1997, Landau et al., 2013; Kovács & Vicián 2013).
Mathias Harzhauser e   Bernard Landau in "A revision of the Neogene Conidae and Conorbidae (Gastropoda) of the Paratethys Sea"  rifiutano questa decisione. Un'attenta analisi da loro realizzata rivela una separazione molto netta del Conilithes brezinae da C. exaltatus. Nonostante una certa variabilità nella snellezza e nell'altezza della cuspide, C. brezinae è caratterizzato dalla sua spalla marcata e dalla rampa suturale un po 'più ampia dell'ultima spirale, dall'assenza di striature o nodi sulle spirali della guglia tardiva e dalle scanalature a spirale confinate alla base. Conilithes brezinae differisce ulteriormente da C. exaltatus nella posizione inferiore della carena, che è anche meno nitida, l'altezza inferiore della spirale gira, l'ultima spirale più corta, che manca di una pronunciata costrizione basale, e la mancanza delle scanalature.
Kovács & Vicián (2013) proposero la sinonimia tra Conilithes brezinae e C. canaliculatus (Brocchi, 1814) del Pliocene. Questa conclusione non è accettata da Harzhauser e Landau perché il C. canaliculatus ha l'ultimo giro più ventricoso, il suo diametro massimo è sotto la spalla, la rampa suturale dell'ultima spirale è più stretta e le scanalature a spirale coprono una parte più ampia della base.

Questa specie si trova prevalentemente in Austria, ma anche in Slovacchia, Repubblica Ceca, Ungheria e Romania.

Allega File(s)



#2 Ale

Ale

    Molecola Organica

  • EXPERT
  • StellettaStelletta
  • 241 Messaggi:
  • E-mail pubblica:alessandro.zanzi.57@gmail.com
  • LocalitàVarese

Inviato 19 marzo 2018 - 07:49

Ho trovato molto interessante una immagine di un C. brezinae ottenuta con luce UV da Mathias Harzhauser e   Bernard Landau in "A revision of the Neogene Conidae and Conorbidae (Gastropoda) of the Paratethys Sea" (immagine blu).
Due successive elaborazioni da me eseguite mi hanno consentito di ottenere l'immagine più chiara, nella quale è evidenziata in particolare la colorazione della spira e della spalla. In questa immagine si vedono anche alcune linee longitudinali  che percorrono l'ultimo giro.
Nell'immagine più scura, come in quella originale di colore bluastro, si possono individuare alcune fasce trasversali nelle quali sono presenti linee spirali costituite da punti bianchi allineati

Entrambe queste caratteristiche sono importanti e sembrerebbero essere conservate nella colorazione del C. desidiosus.

Allega File(s)






Copyright © 2019 Paleofox.com - Portale della Paleontologia italiana