Vai al contenuto

IPBoard Styles©Fisana

- - - - -

Tra i tufi di Matera


  • Per cortesia connettiti per rispondere
13 risposte a questa discussione

#1 Marcosauro

Marcosauro

    Trilobite

  • Moderatore
  • 1039 Messaggi:
  • E-mail pubblica:marco.sabia@icloud.com
  • LocalitàTorino

Inviato 17 luglio 2018 - 07:48

Ecco uno degli affioramenti tra i mattoni di tufo nei Sassi di Matera.
Se qualcuno sa identificarne la specie sarebbe fantastico!

#2 Marcosauro

Marcosauro

    Trilobite

  • Moderatore
  • 1039 Messaggi:
  • E-mail pubblica:marco.sabia@icloud.com
  • LocalitàTorino

Inviato 17 luglio 2018 - 07:51

.

Allega File(s)



#3 Estwing

Estwing

    Trilobite

  • Moderatore
  • 1399 Messaggi:
  • LocalitàRoma

Inviato 18 luglio 2018 - 08:24

Mi permetto di far notare che il tufo (che sarebbe una roccia vulcanica) è in realtà una calcarenite

#4 Max

Max

    Trilobite

  • Sostenitore
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1421 Messaggi:
  • E-mail pubblica:maxsaby@alice.it
  • LocalitàComo (casa); Varese (lavoro)

Inviato 18 luglio 2018 - 10:10

Ah ecco, non è di origine vulcanica :) :)

#5 Attilio

Attilio

    Mammifero

  • Sostenitore
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3604 Messaggi:
  • E-mail pubblica:attiliodalmass@tiscali.it

Inviato 18 luglio 2018 - 07:49

Dimensione? Periodo?
.

#6 Marcosauro

Marcosauro

    Trilobite

  • Moderatore
  • 1039 Messaggi:
  • E-mail pubblica:marco.sabia@icloud.com
  • LocalitàTorino

Inviato 18 luglio 2018 - 11:36

Dimensioni, almeno per la parte visibile, direi sui 7/8 cm, età  boh!

#7 Attilio

Attilio

    Mammifero

  • Sostenitore
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3604 Messaggi:
  • E-mail pubblica:attiliodalmass@tiscali.it

Inviato 19 luglio 2018 - 08:06

Potrebbe essere un Echinopsis

#8 Estwing

Estwing

    Trilobite

  • Moderatore
  • 1399 Messaggi:
  • LocalitàRoma

Inviato 20 luglio 2018 - 08:35

Visualizza MessaggioAttilio, il 19 luglio 2018 - 08:06 , ha scritto:

Potrebbe essere un Echinopsis
Ma Echinopsis non è un cactus?

Immagine inserita

#9 Attilio

Attilio

    Mammifero

  • Sostenitore
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3604 Messaggi:
  • E-mail pubblica:attiliodalmass@tiscali.it

Inviato 20 luglio 2018 - 08:58

Certo, nome identico,  regno differente. Echinopsis elegans (Desmoulins)

#10 niccosan

niccosan

    Ultra Sapiens

  • Moderatore
  • 5543 Messaggi:
  • LocalitàPescara
  • Collezione:Fossili, Minerali, Malacologia

Inviato 24 luglio 2018 - 05:25

Le calcareniti di Matera vanno dal pleistocene al miocene ora sarebbe capire a che livello

#11 Ivanechinoid

Ivanechinoid

    Molecola Organica

  • Iscritto
  • StellettaStelletta
  • 208 Messaggi:
  • E-mail pubblica:tomjess@libero.it
  • LocalitàVicenza

Inviato 21 agosto 2018 - 08:56

Bellissimo davvero

#12 Ivanechinoid

Ivanechinoid

    Molecola Organica

  • Iscritto
  • StellettaStelletta
  • 208 Messaggi:
  • E-mail pubblica:tomjess@libero.it
  • LocalitàVicenza

Inviato 21 agosto 2018 - 08:56

Echinus Melo?

#13 nonno

nonno

    Ultra Sapiens

  • Sostenitore
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 5239 Messaggi:

Inviato 21 agosto 2018 - 09:57

Visualizza Messaggioniccosan, il 24 luglio 2018 - 05:25 , ha scritto:

Le calcareniti di Matera vanno dal pleistocene al miocene ora sarebbe capire a che livello

Geologia del territorio di Matera.

Fonte : https://www.ceamater...parco/geologia/

GEOLOGIA
La Murgia Materana rappresenta il tratto occidentale terminale delle Murge pugliesi: essa si presenta come un possente rilievo calcareo che emerge da un più dolce paesaggio collinare .
Sul basamento calcareo poggiano a loro volta strati di calcareniti plio-pleistoceniche (calcareniti di Gravina), il cui spessore può raggiungere anche i 50 metri.
Elementi morfologici di grande impatto paesaggistico sono dati dai solchi erosivi che variamente modellano l’altopiano;
tra tutti, il più spettacolare è la “Gravina di Matera”, esempio di canyon di 70~80 ml di profondità ricco di meandri e affluenti laterali, che presenta pareti sub-verticali e volte terrazzate e modellate da dossi, piccoli rilievi isolati, pinnacoli, valli sospese ecc.
L’area di Murgia Timone, dove si trova il centro visite del Parco, un tempo era parte di un’isola costituita da sedimenti  marini di natura calcarea (Calcare di Altamura – Cretaceo superiore 70  milioni di anni fa).

#14 glu

glu

    Spugna

  • Utente old
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 561 Messaggi:

Inviato 21 agosto 2018 - 11:25

Visualizza MessaggioIvanechinoid, il 21 agosto 2018 - 08:56 , ha scritto:

Echinus Melo?
Pensavo anche io, ma da questa visuale é un po' dura




Copyright © 2018 Paleofox.com - Portale della Paleontologia italiana