Vai al contenuto

IPBoard Styles©Fisana

- - - - -

Ammirare fossili a Ortisei centro storico


  • Per cortesia connettiti per rispondere
34 risposte a questa discussione

#1 Max

Max

    Ammonite

  • Sostenitore
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1566 Messaggi:
  • E-mail pubblica:maxsaby@alice.it
  • LocalitàComo (casa); Varese (lavoro)

Inviato 18 febbraio 2019 - 10:42

Dal profondo amore che il sottoscritto prova per le Dolomiti nasce questo mio intervento sul museo Gherdeina (con la dieresi sulla seconda "e") ovvero il museo di storia e scienze naturali della val Gardena con sede a Ortisei. Il museo guida il visitatore all'interno della geologia delle Dolomiti, favoloso tesoro naturale del nostro Paese. Sarà pedante ma ricordiamole queste superbe montagne, patrimonio invidiosissimo dell'Unesco

Allega File(s)



#2 Max

Max

    Ammonite

  • Sostenitore
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1566 Messaggi:
  • E-mail pubblica:maxsaby@alice.it
  • LocalitàComo (casa); Varese (lavoro)

Inviato 18 febbraio 2019 - 10:44

Le foto dei mirabili paesaggi le posto perché innanzitutto servono a me per l'ispirazione....necessaria!!

Allega File(s)



#3 Max

Max

    Ammonite

  • Sostenitore
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1566 Messaggi:
  • E-mail pubblica:maxsaby@alice.it
  • LocalitàComo (casa); Varese (lavoro)

Inviato 18 febbraio 2019 - 10:46

Un ritrovamento di enorme importanza scientifica durante una escursione......ovviamente scherzo! Un semplice frustolo vegetale o un pezzetto di legno fossilizzato. segno che le rocce sono vive...

#4 Max

Max

    Ammonite

  • Sostenitore
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1566 Messaggi:
  • E-mail pubblica:maxsaby@alice.it
  • LocalitàComo (casa); Varese (lavoro)

Inviato 18 febbraio 2019 - 10:46

Non me l'ha caricato! Riprovo

Allega File(s)



#5 Max

Max

    Ammonite

  • Sostenitore
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1566 Messaggi:
  • E-mail pubblica:maxsaby@alice.it
  • LocalitàComo (casa); Varese (lavoro)

Inviato 18 febbraio 2019 - 10:48

Estratti di manufatti dell'uomo in linea con la tradizione locale

Allega File(s)



#6 Max

Max

    Ammonite

  • Sostenitore
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1566 Messaggi:
  • E-mail pubblica:maxsaby@alice.it
  • LocalitàComo (casa); Varese (lavoro)

Inviato 18 febbraio 2019 - 10:50

Al rifugio Comici, sotto il Sassolungo, da cui parte appunto per il "girone" della bellissima montagna, ecco un'opera d'arte nel suo semi interrato: i bagni!

Allega File(s)



#7 Max

Max

    Ammonite

  • Sostenitore
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1566 Messaggi:
  • E-mail pubblica:maxsaby@alice.it
  • LocalitàComo (casa); Varese (lavoro)

Inviato 18 febbraio 2019 - 10:52

Si giunge ad Ortisei. Poco più di 1200 metri, prima di S Cristina e Selva di val Gardena. Il centro storico pedonalizzato (a differenza di Selva) accoglie musici e spettacoli dal vivo

Allega File(s)



#8 Max

Max

    Ammonite

  • Sostenitore
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1566 Messaggi:
  • E-mail pubblica:maxsaby@alice.it
  • LocalitàComo (casa); Varese (lavoro)

Inviato 18 febbraio 2019 - 10:56

Il museo di storia e scienze naturali Gherdeina raccoglie oltre a esempi di faune locali, cenni illustrativi degli ecosistemi delle Dolomiti, una importate sezione dedicata alla geologia locale, ai minerali e ai fossili, naturalmente. C'è anche un padiglione dedicato alla scultura del legno, vero e proprio marchio di fabbrica della val Gardena

Allega File(s)



#9 Max

Max

    Ammonite

  • Sostenitore
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1566 Messaggi:
  • E-mail pubblica:maxsaby@alice.it
  • LocalitàComo (casa); Varese (lavoro)

Inviato 18 febbraio 2019 - 11:00

La parte dedicata ai minerali obiettivamente non è gran che. Più efficace nella sua rappresentazione e diversificazione è quella la collezione privata di un anziano appassionato sempre di Ortisei che ho avuto il piacere di conoscere e che successivamente vi presenterò.

Allega File(s)



#10 Max

Max

    Ammonite

  • Sostenitore
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1566 Messaggi:
  • E-mail pubblica:maxsaby@alice.it
  • LocalitàComo (casa); Varese (lavoro)

Inviato 18 febbraio 2019 - 11:03

L'esposizione paleontologica propriamente detta del museo di Ortisei può contare su diverse sale con diversi reperti rigidamente provenienti dal territorio. Quindi sono per la maggior parte di origine triassica.
La se<ione si apre con una interessante sintesi della geologia delle Dolomiti che vorrei riprendere anch'io come cornice della mia presentazione...

Allega File(s)



#11 Max

Max

    Ammonite

  • Sostenitore
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1566 Messaggi:
  • E-mail pubblica:maxsaby@alice.it
  • LocalitàComo (casa); Varese (lavoro)

Inviato 18 febbraio 2019 - 11:13

Anche se non si vede tutte le cartellonistiche sono sia in lingua italiana che tedesca e ladina.

Le Dolomiti nascono in pratica nel tardo permiano (ca 280 milioni di anni fa) da una sinclinale che aveva grossomodo a nord e a sud il limite del cd piastrone porfirico atesino, di origine metamorfica.
Nel premiano superiore la disgregazione degli edifici vulcanici assieme a materiali calcarei diede forma alla Aenarie della Val Gardena che sono state a loro volta digregate anch'esse per opera dei venti e dei fenomeni meteorologici. Ne sono conosciuti esempi il Seceda ma soprattutto i canyon del Bettlerbach, assurti alle cronache per le impronte di protodinosauri di cui sono ricchi addirittura a livello mondiale

Allega File(s)



#12 Max

Max

    Ammonite

  • Sostenitore
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1566 Messaggi:
  • E-mail pubblica:maxsaby@alice.it
  • LocalitàComo (casa); Varese (lavoro)

Inviato 18 febbraio 2019 - 11:24

Intanto sul finire del permiano una digressione marina tramuta il contesto dolomitico in un bagnasciuga caldo (formazione a Bellerophon dal mollusco guida).
Si entra cosi nel triassico dopo la catastrofe che spazza via l gran parte della vita sul pianeta. Gli strati del Werfen sono i primi sedimenti, tra l'altro diffusi nella catena montuosa di cui si sta trattando. I suoi fossili guida sono le Claraia claraia

Allega File(s)



#13 Max

Max

    Ammonite

  • Sostenitore
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1566 Messaggi:
  • E-mail pubblica:maxsaby@alice.it
  • LocalitàComo (casa); Varese (lavoro)

Inviato 18 febbraio 2019 - 12:14

Il mare sta lentamente di nuovo sprofondando. Alla fine del Werfen si formano le più importanti piattaforme carbonatiche (dolomia del Serle, clcare di Contrino); solo in un secondo momento si forma la dolomia dello Scillar (costituita da colonie di coralli).

Allega File(s)



#14 Max

Max

    Ammonite

  • Sostenitore
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1566 Messaggi:
  • E-mail pubblica:maxsaby@alice.it
  • LocalitàComo (casa); Varese (lavoro)

Inviato 18 febbraio 2019 - 12:24

Nel periodo ladinico riprende l'attività vulcanica. Si forma in questo periodo la dolomia di san Cassian, massiccia (si sviluppa per propagazione e non per aggradazione) (v Sassolungo, Lagazuoi, Sttesass, ec). Nei letti di questa formazione si depositano nel tempo i prodotti delle eruzioni assieme a sedimenti di origine organica. Sono prodotti allori due dei più importanti oltre che esteticamente ritmati e conosciuti classi di fossili triassici dolomitici: i fossili di San Cassiano (le faune nane) e i tufi a pachicardie. Entrambe le tipologie di fossili si presentano bruniti appunto a causa della concentrazione tufacea. Entrambe sono famose per il particolare stato di conservazione. I primi anche per i colori stupefacenti.

Allega File(s)



#15 Max

Max

    Ammonite

  • Sostenitore
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1566 Messaggi:
  • E-mail pubblica:maxsaby@alice.it
  • LocalitàComo (casa); Varese (lavoro)

Inviato 18 febbraio 2019 - 12:30

Sul finire del carico si ha una velocizzazione del fenomeno della subsidenza con un abbassamento ulteriore del livello del mare che porta alla formazione di sedimenti a lamine sottili dai colori piuttosto vivaci: le marne di Raibl. Oltre agli strati colorati si eleva la dolomia principale; monumentale, con le sue torri e pareti a strapiombo. (worthenia e neomegalodon, i suoi fossili guida)

Allega File(s)



#16 Max

Max

    Ammonite

  • Sostenitore
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1566 Messaggi:
  • E-mail pubblica:maxsaby@alice.it
  • LocalitàComo (casa); Varese (lavoro)

Inviato 18 febbraio 2019 - 12:33

Siamo nel Norico. Il periodo successivo, il Retico, non è molto esteso nelle dolomiti.
Oltre al Triassico vengono presentati sulle dolomiti anche il giurassico (sopra a Cortina) ed il cretaceo (merne del Puez presenti sul Col del Sonè, tra il Puez e la Gardenaccia).

Allega File(s)



#17 Max

Max

    Ammonite

  • Sostenitore
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1566 Messaggi:
  • E-mail pubblica:maxsaby@alice.it
  • LocalitàComo (casa); Varese (lavoro)

Inviato 18 febbraio 2019 - 12:37

Il museo mostra inoltre un ricco assortimento di rocce esemplificative della storia geologica delle dolomiti ed altri reperti fossili vari, sempre indicativi di sedimenti ed affioramenti locali. Anche se i pezzi magari non sono completi non dispiace affatto la loro presenza per qualificare l'enorme potenziale presente nella catena montuosa

Allega File(s)



#18 Max

Max

    Ammonite

  • Sostenitore
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1566 Messaggi:
  • E-mail pubblica:maxsaby@alice.it
  • LocalitàComo (casa); Varese (lavoro)

Inviato 18 febbraio 2019 - 12:40

E ancora.....
Ovviamente viene anche spiegato il fenomeno della dolomitizzazione e "l'eccezione" della costruzione esclusivamente calcarea della Marmolada

Allega File(s)



#19 Max

Max

    Ammonite

  • Sostenitore
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1566 Messaggi:
  • E-mail pubblica:maxsaby@alice.it
  • LocalitàComo (casa); Varese (lavoro)

Inviato 18 febbraio 2019 - 12:43

Ma il reperto presente nel museo forse più rappresentativo è il ritrovamento di un ittiosauro (assai incompleto). Unico nelsuo genere in tutte le dolomiti.
Per quanto concerne invece ritrovamenti più recenti come quello inerente all'orso delle caverne si rimanda ad altri musei impiantati proprio su tali ritrovamenti (come quello di Badia)

Allega File(s)



#20 Max

Max

    Ammonite

  • Sostenitore
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1566 Messaggi:
  • E-mail pubblica:maxsaby@alice.it
  • LocalitàComo (casa); Varese (lavoro)

Inviato 18 febbraio 2019 - 12:44

Ma, come vi accennavo all'inizio di questo intervento, muovendomi




Copyright © 2019 Paleofox.com - Portale della Paleontologia italiana