Vai al contenuto

IPBoard Styles©Fisana

- - - - -

Zolfo - Sulphur


  • Per cortesia connettiti per rispondere
1 risposta a questa discussione

#1 niccosan

niccosan

    Ultra Sapiens

  • Moderatore
  • 5994 Messaggi:
  • LocalitàPescara
  • Collezione:Fossili, Minerali, Malacologia

Inviato 06 dicembre 2019 - 10:32

Zolfo - Sulphur (inglese)


Descrizione
Lo zolfo (o solfo) è un elemento chimico della tavola periodica degli elementi con simbolo S (dal latino sulfur) e numero atomico 16. È un non metallo inodore, insapore, molto abbondante. La sua forma più nota e comune è quella cristallina di colore giallo intenso. È presente sotto forma di solfuri e solfati in molti minerali e si ritrova spesso puro nelle regioni con vulcani attivi.
Lo zolfo (sanscrito, sulvere; Latino sulphur) era già noto agli antichi, e viene citato nella storia biblica della genesi. La traduzione inglese si riferisce allo zolfo come "brimstone", pietra dell'orlo, perché si trova facilmente sul bordo dei crateri di vulcani. Altre fonti fanno derivare il termine zolfo dall'arabo sufra, che vuol dire giallo. Omero menzionò lo zolfo nel IX secolo a.C. e nel 424 a.C. una tribù di razziatori distrusse le mura di una città bruciando una miscela di zolfo, carbone e catrame sotto di essa. Gli antichi usavano questo elemento come medicina, come facciamo ancora noi oggi.

Formula: S8
Formula IMA: S
Impurità comuni: Se, Te
Colore: giallo, giallo zolfo, giallo brunastro o verdastro, arancio, bianco
Lucentezza: resinoso, grasso
Durezza: 1½ - 2½
Gravità specifica: 2.07
Sistema cristallino: Ortorombico
Membro di: Gruppo zolfo
Polimorfo di: Rosickýite, Zolfo-b


I cristalli sono solitamente dipiramidi a blocchi di colore da giallo a marrone giallastro, con spessi cristalli tabulari e dispenoidali meno comuni. Si trova anche più tipicamente come rivestimenti gialli in polvere. La maggior parte dello zolfo nativo si trova nelle rocce sedimentarie, dove si formano grandi depositi per riduzione dei solfati, spesso biogenicamente. Lo zolfo è un sublimato comune dai gas vulcanici associati con realgar, cinabro e altri minerali. Si trova anche in alcuni depositi venosi e come prodotto di alterazione dei minerali solforati.

Pagano (2002) ha segnalato cristalli di zolfo coltivati ​​in laboratorio su matrice siciliana bianca. Alcuni esemplari erano molto fini e indistinguibili dai campioni naturali. Se i cristalli crescessero su una superficie rotta, potrebbero essere liquidati come falsi poiché i cristalli dovevano crescere dopo che la superficie era stata rotta durante l'estrazione. E' stato fatto un test che indicava la presenza di disolfuro di carbonio, il mezzo in cui venivano coltivati ​​i cristalli. La presenza di bitume sulla matrice ha rovinato il processo, quindi qualsiasi campione del genere non viene simulato in questo modo.Un anno dopo Peterson, et al. (2003) hanno mostrato che l'analisi isotopica potrebbe individuare questi falsi poiché lo zolfo usato proveniva da una cupola di sale e non dal deposito sedimentario siciliano. Se i falsi fossero stati fatti con zolfo siciliano, solo il test del disolfuro di carbonio avrebbe potuto individuarli.

Il nome chimico sistematico di questo allotropio è ottatiocano.


Lucentezza: resinoso, grasso
Trasparenza: trasparente, traslucido
Colore: giallo, giallo zolfo, giallo brunastro o verdastro, arancio, bianco
Striscia: Incolore
Durezza: 1½ - 2½ sulla scala di Mohs
Tenacia: Fragile
Clivaggio: imperfetto
Frattura: irregolare / irregolare, conchoidale
Densità: 2,07 g / cm3

FOTO

Zolfo su matrice di Marmo di Carrara
Cava "La Facciata" Carrara
La bellezza di questo piccolo cristallo è il suo stare in bilico tra due pareti

misure
Cristallo di circa 3 mm
Matrice 35x35x26 mm
Campo in larghezza foto 21 mm


Allega file  Zolfo_lafacciata_Carrara.jpg   779,52K   2 Numero di downloads

#2 francomete

francomete

    Ultra Sapiens

  • EXPERT
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6932 Messaggi:

Inviato 06 dicembre 2019 - 12:56

Eccezionale il cristallino di zolfo su marmo di Carrara, si trovano anche cristalli di quarzo incastrati nel marmo, cristalli di quarzo del tipo diamante, roba da intenditori ;)




Copyright © 2020 Paleofox.com - Portale della Paleontologia italiana