Menu

Permafrost in un clima che cambia

Permafrost and his change can affect heavenly infrastructures like streets and buildings in mountain areas above 2.500m a.s.l. To secure existing structures, and provide clues to build and maintain new ones in permafrost affected terrain, exchange of knowledge and experience about the permafrost issue between countries is essential. 
The now presented “PermaNet – Permafrost Long-term Monitoring Network for the Alpine Space” is planned to provide a platform for permafrost research exchange for at least the next three years. It can be seen as “international version” of a more regional project, ProAlp, that was concluded in July of this year.

Leggi tutto...

Il celacanto - fossile vivente

Due giorni prima della vigilia di natale, il 22. dicembre 1938, alle 9.45, una semplice chiamata di telefono fú l´inizio di quello che molti hanno definito una " sensazione zoologica ". " Signora Latimer, abbiamo qui a bordo una tonnelata e mezza di pesce per lei - sarebbe interessata ? "

Marjorie Courtaney-Latimer, che gestiva un piccolo museo di storia naturale nel porto di East London (Sudafrica), si precipitó subito al molo - anche per augurare buone feste alla ciurma del peschereggio. Osservando la pesca di quel giorno, al primo momento Latimer non vide niente di straordinario - spugne, pescecani e coralli - animali che possedeva giá nel suo museo.
Ma poi vide sporgere una strana pinna dal mucchio. " E li giaceva il pesce piú meraviglioso che avessi mai visto. Era scuro, blu metallico, cosparso di chiazze bianche - un colore irradiante copriva il suo corpo. Aveva una lunghezza di 1,5 metri. Mai avevo visto un simile animale. "
Leggi tutto...

Dinosauri in Italia

Per piú di 200 anni l´Italia rappresentava una „eccezione“ tra i paesi europei – non restituendo prove fossile della presenza dei dinosauri sul territorio. Solo negli ultimi anni si ha realizzato che l´Italia (come molti altri paesi) era anche terra di (per) dinosauri. Nel 1941 il paleontologo tedesco Friedrich von Huene descrisse una piccola impronta (6-7cm) tridattile rinvenuta in sedimenti antichi 230Ma dal Monte Pisano (Toscana). La determino come ichnospecie Coelurosaurichnus, oggi denominata Grallator (si assume lasciata da un animale comparabile al Dilophosaurus) e esposta nel Museo di Geologia e Paleontologia di Firenze.

Leggi tutto...

Scoperto scheletro completo al 90% di Mastodonte

Minatori hanno scoperto in Romenia un scheletro quasi completo di Mastodonte, vecchio almeno 2,5Ma.
Come annunciato venerdi scorso (09.08.2008), la scoperta é avvenuta in una miniera di carbone nei pressi del paese di Racosul de Sus, a 170 chilometri da Bucarest. Imparentato con il possente Mammut, il Mastodonte era un genere d´elefante alto fino a tre metri, e lungo sette, con un teschio piú allungato in relazione al corpo.

Leggi tutto...

Il dibattito sull'evoluzione: la posta in gioco

  • Scritto da

La storia dell'antagonismo, in America, tra evoluzionisti e anti-evoluzionisti ha conosciuto a luglio 2008 un nuovo "successo" di questi ultimi. Il governatore repubblicano della Louisiana, il giovane Piyush Jindal (che, si mormora, potrebbe essere arruolato da John McCain quale candidato vicepresidente nella corsa per la Casa Bianca), ha emanato una legge che conferisce ai docenti delle scuole di quello Stato la "libertà" di insegnare una serie di questioni, tra le quali l'evoluzionismo e l'origine della vita, avvicinando alle versioni scientifiche tradizionali le posizioni critiche da loro ritenute più valide. Si riaprono così di fatto le porte all'ingresso dell'irrazionalismo creazionista, che camuffatosi da dottrina a-religiosa (Intelligent Design, ID) ambisce, come sempre, a trovar posto accanto alla teoria scientifica al solo scopo di dichiararne l'insufficienza, nella (vana) speranza di vederla abbattersi al suolo.

Nei commenti a favore o contro la delibera di Jindal, tempestivamente circolati tra gli organi di informazione e nel web, si è tornati ad assistere al solito gioco delle parti. I biologi, gli scienziati, gli accademici di vario grado e gli esponenti del pensiero moderno hanno ancora una volta gridato allo scandalo: sotto mentite spoglie, con un ingannevole giro di parole, si starebbe violando il "sacro" (!) principio della separazione tra Stato e Chiesa, cioè tra cultura pubblica, da propagare nelle scuole, e convinzioni religiose, attinenti alla sola sfera del privato. Le direttive approvate in Louisiana – hanno asserito – concederebbero all'astioso antievoluzionismo del Disegno Intelligente una dignità non inferiore a quella dell'evoluzionismo darwiniano. Ma essendo il primo solo una manifestazione di istanze religiose, e il secondo un frutto della scienza razionale, il risultato è che si starebbero avvicinando due posizioni di natura diversa, creando confusione e disorientamento nelle menti degli studenti, e più in generale dell'opinione pubblica.

Leggi tutto...

I dieci precari che tengono in vita i dinosauri

  • Scritto da

Una superficie di 5mila e 600 metri quadrati, 23 sale espositive (senza dimenticare il Paleolab, il Biolab e il padiglione delle farfalle ospitati nei giardini di via Palestro), oltre 4mila scuole in visita ogni anno, il primato italiano in termini di collezioni storiche e di qualità della ricerca scientifica nonchè una serie di collaborazioni e contatti internazionali di grande prestigio. Il museo di storia naturale di corso Venezia è il primo e più importante tra i musei civici milanesi (gli altri due sono l’acquario e il planetario) e costituisce un fiore all’occhiello per tutto il Belpaese.

Leggi tutto...

Mary Annings

Oggi in data 21 Maggio nacque Mary Annings (Maggio 21, 1799 - Marzo 9, 1847). Fu una "amatoriale che riusci a vivere scoprendo e vendendo svariati fossili del Giurassico inglese - le piú note e importanti scoperte che fece sono sicuramente l´Ichthyosaurus nel 1801 e il Plesiosaurus 1823. Riusci a ottenere il rispetto degli gentiluomini come Buckland, a dispetto del fatto di essere una donna di umili provvenienze.

Leggi tutto...

Le miniere di Agnana Calabra

Le miniere di Agnana Calabra sono state ampiamente sfruttate nel corso del 1800 fino al 1910, nel 1855 fu trovato un importante fossile italiano, il "mammifero del carbone" - l´Anthracotherium.

Le miniere di Agnana Calabra

Le miniere di Agnana Calabra sono state ampiamente sfruttate nel corso del 1800 fino al 1910. L´antracite e la lignite estratte venivano trasportate sui fiumi per essere utilizzate nei vicini centri della costa ionica. Intorno al 1855, nel pieno dell´attivitá estrattiva, nelle ligniti vennero trovati i resti fossili di un Antracoterio, un grosso mammifero che vissé 30 milioni di anni fá. I fossili sono attualmente custoditi preso il Museo di Paleontologia dell´Universitá di Napoli "Frederico II".

Leggi tutto...

Fossile vivente

Un articolo recente descrive la scoperta del piú antico marsupiale dell´Australia.

Un articolo recente descrive la scoperta di materiale fossile (resti di un cranio e degli arti) di un marsupiale del Eocene della localitá Tingamarra (Australia) - i resti dell´piú antico marsupiale finora scoperto in Australia e denominatoDjarthia. Sorprendentemente lo studio ha anche evidenziato una stretta parentela del fossile con tuttora viventi piccoli marsupiali del Chile e dell´Argentinia, i Kolokolo o "piccole scimmie dei monti" (genere Dromiciops).

Leggi tutto...

Il primo asino

Una nuova scoperta in diverse tombe faraoniche getta nuova luce sull´addomesticamento dell´asino.

In tre diverse tombe nei pressi di Abydos finora inesplorata, appartenute ai primi faraoni d´Egitto, sono stati scoperti dieci scheletri perfettamente conservati di asini. Le ossa mostrano che questi animali sono stati usati per trasportare cospiqui pesi, ma a un esame piu attento, é risultato che hanno anche molti caratteri in comune con l´asino selvatico, antenato delle razze di asino addomesticate. Questa scoperta percio é la piu antica testimonianza dell´addomesticamento dell´asino finora conosciuta, con un eta di 5000 anni.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Paleontologia

Paleofox.com

Questo sito utilizza cookie per implementare la tua navigazione e inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di più clicca leggi